Attività di reputazione

  1. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da nuncepenza6 per l'aggiornamento : Mi viene in mente il Dialogo di un Venditore di almanacchi e di un Passeggere di Giac   
    Mi viene in mente il Dialogo di un Venditore di almanacchi e di un Passeggere di Giacomo Leopardi. Il Passeggere chiede al Venditore a quale anno del passato vorrebbe che il nuovo anno somigliasse e il venditore non riesce a trovarne uno abbastanza felice da desiderare che l’anno nuovo gli somigli. Arrivano a concordare che ciò che si desidera è un anno di cui si sa niente, un anno a caso. Anche se – considera il Passeggere – il caso non ha trattato molto bene nessuno fino ad ora, e prosegue:   Passeggere. …Quella vita ch’è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura. Coll’anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero? Venditore. Speriamo. Il grande Leopardi! Arrivo anch’io a preferire una “vita a caso” anche se ho una considerazione migliore del mio passato. Non vorrei io nemmeno ripetere alcuno degli anni passati. Non perché non siano stati felici, ma perché anch’io preferisco un anno di cui ancora so niente e che è tutto da inventare, giocando con il caso e affidandosi a una buona stella. Non è l’avventura che rende la vita interessante?
  2. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da nuncepenza6 per l'aggiornamento : Mi viene in mente il Dialogo di un Venditore di almanacchi e di un Passeggere di Giac   
    Mi viene in mente il Dialogo di un Venditore di almanacchi e di un Passeggere di Giacomo Leopardi. Il Passeggere chiede al Venditore a quale anno del passato vorrebbe che il nuovo anno somigliasse e il venditore non riesce a trovarne uno abbastanza felice da desiderare che l’anno nuovo gli somigli. Arrivano a concordare che ciò che si desidera è un anno di cui si sa niente, un anno a caso. Anche se – considera il Passeggere – il caso non ha trattato molto bene nessuno fino ad ora, e prosegue:   Passeggere. …Quella vita ch’è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura. Coll’anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero? Venditore. Speriamo. Il grande Leopardi! Arrivo anch’io a preferire una “vita a caso” anche se ho una considerazione migliore del mio passato. Non vorrei io nemmeno ripetere alcuno degli anni passati. Non perché non siano stati felici, ma perché anch’io preferisco un anno di cui ancora so niente e che è tutto da inventare, giocando con il caso e affidandosi a una buona stella. Non è l’avventura che rende la vita interessante?
  3. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da klaus55bs per l'aggiornamento : Il tempo vola via....   
    Il tempo vola via....

  4. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da nuncepenza6 per l'aggiornamento : Mi viene in mente il Dialogo di un Venditore di almanacchi e di un Passeggere di Giac   
    Mi viene in mente il Dialogo di un Venditore di almanacchi e di un Passeggere di Giacomo Leopardi. Il Passeggere chiede al Venditore a quale anno del passato vorrebbe che il nuovo anno somigliasse e il venditore non riesce a trovarne uno abbastanza felice da desiderare che l’anno nuovo gli somigli. Arrivano a concordare che ciò che si desidera è un anno di cui si sa niente, un anno a caso. Anche se – considera il Passeggere – il caso non ha trattato molto bene nessuno fino ad ora, e prosegue:   Passeggere. …Quella vita ch’è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura. Coll’anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero? Venditore. Speriamo. Il grande Leopardi! Arrivo anch’io a preferire una “vita a caso” anche se ho una considerazione migliore del mio passato. Non vorrei io nemmeno ripetere alcuno degli anni passati. Non perché non siano stati felici, ma perché anch’io preferisco un anno di cui ancora so niente e che è tutto da inventare, giocando con il caso e affidandosi a una buona stella. Non è l’avventura che rende la vita interessante?
  5. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da klaus55bs per l'aggiornamento : Il tempo vola via....   
    Il tempo vola via....

  6. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da gerbera0 per l'aggiornamento : Di nessun uomo mi ha mai interessato essere stata la prima come invece interessa agli   
    Di nessun uomo mi ha mai interessato essere stata la prima come invece interessa agli stronzi del mondo antico, ma nemmeno mi ha mai interessato essere essere l'ultima come invece interessa agli stronzi del mondo moderno, neppure mi ha mai interessato essere l'unica come invece interessa agli stronzi d'ogni mondo: a me interessa essere qualcosa di bellissimo custodito con amore nel cuore per sempre:   sono una stronza a modo mio ed è la cosa più difficile.  
  7. Fantastico!
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da hocuradite per l'aggiornamento : Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che ta   
    Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che tanti anni fa sulla terra vivessero felicemente e in amicizia una scimmia, una lepre e una volpe.
    Un potente dio venne a conoscenza di questa grande amicizia tra animali così diversi e decise di verificarla: avrebbe premiato tanta lealtà.
    Arrivato sulla terra si presentò ai tre amici spacciandosi per un povero vecchio affamato. La volpe e la scimmia, sperando in una ricompensa, si misero a raccogliere bacche e verdure per sfamarlo, ma la lepre continuò a giocare spensierata, perché quella era la sua natura.
    Allora la scimmia e la volpe le dissero di raccogliere dei rametti per loro e di ammucchiarli e accenderli. Lei li accontentò e i suoi amici la spinsero sul fuoco e la servirono all'affamato vecchio che, colto da orrore per quel tradimento pensò che l'unica davvero leale fra i tre fosse stata la lepre e, come premio, la fece salire fino al palazzo della luna dove le fu resa la vita che divenne eterna.
  8. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da davidb2 per l'aggiornamento : Talvolta al mattino sono serena...   
    Talvolta al mattino sono serena...
  9. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da davidb2 per l'aggiornamento : Per come ti scrivo, per come ti penso forse un po' di amo. Amo l'idea che ho di te, f   
    Per come ti scrivo, per come ti penso forse un po' di amo.
    Amo l'idea che ho di te, forse amo quella più di te.
    Comunque mi piace amare le idee.
    E tu sei una bella idea.  
  10. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da davidb2 per l'aggiornamento : Molti mi dicono che sembro più giovane.  Confesso che un po' mi fa piacere ma non gli   
    Molti mi dicono che sembro più giovane.  Confesso che un po' mi fa piacere ma non gli do troppa importanza.
    In ogni caso da un po' mi sento addosso il tempo che passa.
    Io non mi sento né più giovane, né più vecchia, non credo che sentirsi di una certa età abbia molto senso: la mente non ha un'età anagrafica.
    La mente "è" e basta, esiste dentro di noi fuori dal tempo e quasi mai è in armonia con il corpo che possiede.  
  11. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da davidb2 per l'aggiornamento : Quante storie d'amore finiscono nonostante mesi o anni prima le stesse persone si sia   
    Quante storie d'amore finiscono nonostante mesi o anni prima le stesse persone si siano promesse amore eterno.
    Quante storie d'amore iniziano ogni giorno.
    In fondo capisco il dolore, la sofferenza e i pensieri di chi vuol farla finita.
    Quando si ripone noi stessi in un'altra persona e poi questa decide di non star più con noi il mondo ci cade addosso, ci sentiamo perduti, soli.
    Non quella solitudine che si prova quando siamo soli e a magari non si ama nessuno, quella solitudine dentro, che ci attorciglia le budella, ci buca l'anima, la solitudine diventa una gabbia, non una opportunità di incontrare altre persone.
    Bisogna però comprendere che al mondo ci sono milioni di persone che ci possono far felici e con cui possiamo condividere le nostre emozioni.
    Questo è un dato di fatto, nonostante quella solitudine lì che bisogna superare.
    In fondo Werther è stato uno stupido ma se Goethe non lo avesse fatto soffrire e morire sarebbe stato un personaggio noioso.
     

  12. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di   
    Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di conservazione dell'insofferenza e afferma che l'insofferenza dentro di me non si crea né si distrugge, ma si trasforma, passando da una forma a un'altra.    
  13. Fantastico!
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da hocuradite per l'aggiornamento : Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che ta   
    Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che tanti anni fa sulla terra vivessero felicemente e in amicizia una scimmia, una lepre e una volpe.
    Un potente dio venne a conoscenza di questa grande amicizia tra animali così diversi e decise di verificarla: avrebbe premiato tanta lealtà.
    Arrivato sulla terra si presentò ai tre amici spacciandosi per un povero vecchio affamato. La volpe e la scimmia, sperando in una ricompensa, si misero a raccogliere bacche e verdure per sfamarlo, ma la lepre continuò a giocare spensierata, perché quella era la sua natura.
    Allora la scimmia e la volpe le dissero di raccogliere dei rametti per loro e di ammucchiarli e accenderli. Lei li accontentò e i suoi amici la spinsero sul fuoco e la servirono all'affamato vecchio che, colto da orrore per quel tradimento pensò che l'unica davvero leale fra i tre fosse stata la lepre e, come premio, la fece salire fino al palazzo della luna dove le fu resa la vita che divenne eterna.
  14. Fantastico!
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da hocuradite per l'aggiornamento : Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che ta   
    Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che tanti anni fa sulla terra vivessero felicemente e in amicizia una scimmia, una lepre e una volpe.
    Un potente dio venne a conoscenza di questa grande amicizia tra animali così diversi e decise di verificarla: avrebbe premiato tanta lealtà.
    Arrivato sulla terra si presentò ai tre amici spacciandosi per un povero vecchio affamato. La volpe e la scimmia, sperando in una ricompensa, si misero a raccogliere bacche e verdure per sfamarlo, ma la lepre continuò a giocare spensierata, perché quella era la sua natura.
    Allora la scimmia e la volpe le dissero di raccogliere dei rametti per loro e di ammucchiarli e accenderli. Lei li accontentò e i suoi amici la spinsero sul fuoco e la servirono all'affamato vecchio che, colto da orrore per quel tradimento pensò che l'unica davvero leale fra i tre fosse stata la lepre e, come premio, la fece salire fino al palazzo della luna dove le fu resa la vita che divenne eterna.
  15. Fantastico!
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da hocuradite per l'aggiornamento : Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che ta   
    Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che tanti anni fa sulla terra vivessero felicemente e in amicizia una scimmia, una lepre e una volpe.
    Un potente dio venne a conoscenza di questa grande amicizia tra animali così diversi e decise di verificarla: avrebbe premiato tanta lealtà.
    Arrivato sulla terra si presentò ai tre amici spacciandosi per un povero vecchio affamato. La volpe e la scimmia, sperando in una ricompensa, si misero a raccogliere bacche e verdure per sfamarlo, ma la lepre continuò a giocare spensierata, perché quella era la sua natura.
    Allora la scimmia e la volpe le dissero di raccogliere dei rametti per loro e di ammucchiarli e accenderli. Lei li accontentò e i suoi amici la spinsero sul fuoco e la servirono all'affamato vecchio che, colto da orrore per quel tradimento pensò che l'unica davvero leale fra i tre fosse stata la lepre e, come premio, la fece salire fino al palazzo della luna dove le fu resa la vita che divenne eterna.
  16. Mi piace
    odessa1920 ha aggiunto una reazione a demetrios66 per l'aggiornamento :     
     
  17. Fantastico!
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da hocuradite per l'aggiornamento : Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che ta   
    Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che tanti anni fa sulla terra vivessero felicemente e in amicizia una scimmia, una lepre e una volpe.
    Un potente dio venne a conoscenza di questa grande amicizia tra animali così diversi e decise di verificarla: avrebbe premiato tanta lealtà.
    Arrivato sulla terra si presentò ai tre amici spacciandosi per un povero vecchio affamato. La volpe e la scimmia, sperando in una ricompensa, si misero a raccogliere bacche e verdure per sfamarlo, ma la lepre continuò a giocare spensierata, perché quella era la sua natura.
    Allora la scimmia e la volpe le dissero di raccogliere dei rametti per loro e di ammucchiarli e accenderli. Lei li accontentò e i suoi amici la spinsero sul fuoco e la servirono all'affamato vecchio che, colto da orrore per quel tradimento pensò che l'unica davvero leale fra i tre fosse stata la lepre e, come premio, la fece salire fino al palazzo della luna dove le fu resa la vita che divenne eterna.
  18. Fantastico!
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da hocuradite per l'aggiornamento : Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che ta   
    Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre. Si racconta che tanti anni fa sulla terra vivessero felicemente e in amicizia una scimmia, una lepre e una volpe.
    Un potente dio venne a conoscenza di questa grande amicizia tra animali così diversi e decise di verificarla: avrebbe premiato tanta lealtà.
    Arrivato sulla terra si presentò ai tre amici spacciandosi per un povero vecchio affamato. La volpe e la scimmia, sperando in una ricompensa, si misero a raccogliere bacche e verdure per sfamarlo, ma la lepre continuò a giocare spensierata, perché quella era la sua natura.
    Allora la scimmia e la volpe le dissero di raccogliere dei rametti per loro e di ammucchiarli e accenderli. Lei li accontentò e i suoi amici la spinsero sul fuoco e la servirono all'affamato vecchio che, colto da orrore per quel tradimento pensò che l'unica davvero leale fra i tre fosse stata la lepre e, come premio, la fece salire fino al palazzo della luna dove le fu resa la vita che divenne eterna.
  19. Mi piace
    odessa1920 ha aggiunto una reazione a nancy19821 per l'aggiornamento : Piccoli particolari    
    Piccoli particolari 


  20. Mi piace
    odessa1920 ha aggiunto una reazione a giasone007 per l'aggiornamento :   


  21. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di   
    Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di conservazione dell'insofferenza e afferma che l'insofferenza dentro di me non si crea né si distrugge, ma si trasforma, passando da una forma a un'altra.    
  22. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di   
    Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di conservazione dell'insofferenza e afferma che l'insofferenza dentro di me non si crea né si distrugge, ma si trasforma, passando da una forma a un'altra.    
  23. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di   
    Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di conservazione dell'insofferenza e afferma che l'insofferenza dentro di me non si crea né si distrugge, ma si trasforma, passando da una forma a un'altra.    
  24. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di   
    Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di conservazione dell'insofferenza e afferma che l'insofferenza dentro di me non si crea né si distrugge, ma si trasforma, passando da una forma a un'altra.    
  25. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di   
    Il primo principio della mia esistenza rappresenta una formulazione del principio di conservazione dell'insofferenza e afferma che l'insofferenza dentro di me non si crea né si distrugge, ma si trasforma, passando da una forma a un'altra.