• Donna
  • Verona (VR)
  • Ultima Visita

Contenuti pubblicati da odessa1920

  1. Ora che l'orizzonte
    è in fiamme
    noi rincasiamo
    serriamo in fretta le imposte
    mettiamo in ordine i fogli
    le provviste
    i vestiti smessi dell'estate
    in attesa dei barbari

    Massimo Volume

    Schermata 2018-12-13 alle 02.30.38.png

  2. Ogni tanto mi viene voglia di scriverti poi non lo faccio mai. Giusto per sapere come stai, dove vai, cosa cucini, quando fai la pipì, come ti perdi… So che non si può più giocare con i giocattoli rotti, intristiscono pure i bambini, ma qualche mio neurone e due o tre rughe della mia faccia succede che ti ricordano ancora, allora sento un indefinito brusio come quello degli storni di notte tra i cipressi della chiesa che si sentono ma non si vedono, poi un finto stridio di un falco, e cala il silenzio, ma è un silenzio irreale, lo stridio era solo uno stupido dissuasore, che vuoi farci… bello settembre però.34.thumb.JPG.5f2250f6d05f1140244a31ff6cca177a.JPG

  3. A volte la gioia è semplicemente stare.

     

    IMG_0788.thumb.jpg.f9f1f32f151d48fa1f51dc6f58768516.jpg

    1. dancia

      dancia

      credo esista anche una gioia nel fare

       

  4. Quando dobbiamo cambiare qualcosa da dove dobbiamo iniziare?
    Dall’inizio, si inizia sempre dall’inizio.
    5bfb3fc3586c3_IMG_57932.thumb.JPG.647c9cdc616fabf0a6ac4d47077cda1f.JPG

  5. Non ho smesso di pensarti,

    vorrei tanto dirtelo.

    Vorrei scriverti che mi piacerebbe tornare,

    che mi manchi

    e che ti penso.

    Ma non ti cerco.

    Non ti scrivo neppure ciao.

    Non so come stai.

    E mi manca saperlo.

    Hai progetti?

    Hai sorriso oggi?

    Cos’hai sognato?

    Esci?

    Dove vai?

    Hai dei sogni?

    Hai mangiato?

    Mi piacerebbe riuscire a cercarti.

    Ma non ne ho la forza.

    E neanche tu ne hai.

    Ed allora restiamo ad aspettarci invano.

    E pensiamoci.

    E ricordami.

    E ricordati che ti penso,

    che non lo sai ma ti vivo ogni giorno,

    che scrivo di te.

    E ricordati che cercare e pensare son due cose diverse.

    Ed io ti penso

    ma non ti cerco


    “Non ho smesso di pensarti”, Charles Bukowski

    IMG_9458.JPG

  6. Dove devo andare?

    E come posso sapere tutto fin dall'inizio?
    E sono sicura di desiderarlo davvero?

    Il tempo sarà un'illusione - come vuole Einstein - ma io ci devo passare attraverso.
    Mi capita d'incontrare vie di fuga, momenti di tempo senza tempo. Dove intravedere quella pienezza che mi chiama.
    Ma solo intravedere. Frammenti di luce.

    E il tempo non è solo l'orologio.
    Il tempo è il mio sentiero, il mio viaggio, nella geografia che mi viene incontro.

    È andando che imparai dove dovevo andare.

    Schermata_2018-11-22_alle_20_39_19.png

  7. Sono morta per un incantesimo e un principe su un cavallo bianco mi verrà a trovare, bacerà la mia bocca, il torsolo della mela avvelenata sarà rimosso e io mi sveglierò principessa.
     
    5bf70552e17d9_Schermata2018-11-22alle20_36_34.thumb.png.36f112b3fd7bba06528c2528b0fe338c.png
  8. Chiedete a un rospo cos’è la bellezza, il bello assoluto, il to kalòn. Vi risponderà che è la sua femmina, con i suoi due grossi occhi rotondi sporgenti dalla piccola testa, la gola larga e piatta, il ventre giallo, il dorso bruno.
    (Voltaire)

    IMG_8887.JPG.d3a9e71052d8d6ef29601960abb8caec.JPG

  9. Listen to me, mister. You're my knight in shining armor. Don't you forget it. You're going to get back on that horse, and I'm going to be right behind you, holding on tight, and away we're gonna go, go, go!

    On Golden Pond 1981

    IMG_6545.JPG