• Donna
  • Verona (VR)
  • Ultima Visita

Aggiornamenti di stato pubblicati da odessa1920

  1. Al risveglio mi ritrovo a sognare l'oceano. 
    Quest’idea dell'oceano sta lavorando dentro di me, ispira le mie azioni, alimenta l’immaginazione di una situazione nuova, un cambiamento di vita. 
    Ci sto lavvorando.
    Ognuno ha il suo oceano.

    Santa+Barbara_162.JPG

    Santa+Barbara_147.JPG

    Santa+Barbara_124.JPG

    Santa+Barbara_172.JPG

    Santa+Barbara_183.jpg

  2. E mi sono persa a guardarti nel tramonto.
    
Senza congiuntivi appropriati…

    DSC_0086.JPG

    DSC_0088.JPG

    DSC_0066.JPG

    DSC_0103.JPG

    DSC_0112.JPG

  3. Tra cielo e mare sospesa,
 verso altre terre
apre le vele al vento 
la mia nave. 

    
Non resterò passiva
 a consumare spettacoli,
 comporrò la mia musica, 
scriverò la mia storia, 
sarò il regista 
e il produttore del mio film, 
perché così vivo.

    Santa+Barbara_191.JPG

    Big+Sur_163.JPG

    DSC_0936.JPG

    Schermata+2019-10-21+alle+03.31.39.png

    Foto+01-11-15%2C+10+19+31.jpg

    1. tacchialti94

      tacchialti94

      beh, il set decisamente sembra di qualità! ;)

  4. Conversazioni selvagge

    Parlava col lupo, alla ricerca dello spirito selvaggio. Lontano dal caos e dal rumore. 
    Per apprendere lo spirito di antiche genti e caricarsi di energia primitiva.

    IMG_1750.JPG

    IMG_1786.JPG

    IMG_1793.JPG

    IMG_1799.JPG

    IMG_1823.JPG

    IMG_1839-1.JPG

  5. Lei vagava nel deserto: l’orizzonte degli eventi era completamente sgombro, escluso il tramonto di un sole rosso. Non c’è un tramonto uguale all’altro, si diceva. E mentre pensava lasciava le sue impronte sulla sabbia. Non aspettava, si limitava a camminare con lentezza e costanza con la sua spada tra le mani.

    E1F3323E-34AD-4AA8-9663-CCB1F871D9BB.jpeg

    E36A0F73-3E21-4EBD-9CDB-6D1B1F761536.jpeg

    CC048C12-77D7-4588-94B7-674DF9420BB5.jpeg

    0383E3B8-2ED0-4107-941A-25D9C7ECD066.jpeg

    ED1E77C0-5443-41F1-A195-8DE9EEBC5788.jpeg

    334DDC67-8503-4380-99BC-5EF9B8172326.jpeg

    832CDE63-8E89-40CA-BAA6-2FA793DA8C2A.jpeg

  6. Mi piaceva andare, percorrere ogni giorno una tappa del viaggio. Sapendo che c’era una meta, o forse solo una direzione di marcia. E mi piaceva pensare che ogni giorno avrebbe avuto le sue scoperte, le sue avventure. E che per prendere ogni volta le mie decisioni mi sarei affidato a una bussola interna. Mi sarei fermato ogni giorno il tempo necessario per diventare più consapevole di ciò che facevo ed avveniva. E avrei voluto lasciare una traccia del mio passaggio.

    F7198C7F-11F7-4A63-A3F1-60CA59612F28.jpeg

    94470B8A-58F9-4D46-B6E6-3FCBE93B4746.jpeg

    0176867C-A008-4EA9-92A3-7937328D3C4D.jpeg

    17FA6E83-D537-4B18-BD09-A17D5B13BDB6.jpeg

    6911D6A6-6E52-479E-9E6E-195396B79DB8.jpeg

    2E2C29F9-D6CF-4928-97B1-9EEBE6DBBA52.jpeg

    1. scompaiomatorno

      scompaiomatorno

      bellissima l'arizona!! quando torni?

  7. La strada si allargava man mano che ci si allontanava dal villaggio.

    Tu eri partita. Eri partita ogni mattina.
Sapevi che un giorno tutto sarebbe finito. Ma ora eri in cammino.
E la meraviglia alimentava il fuoco del tuo desiderio.
Vedere a volte basta.
Ma tu avevi bisogno di costruire.

    E anche domani ripartirai…

    F3F959B4-C6D3-45B6-A4D4-1A5AE0054BEE.jpeg

    1BEDCB69-EAE3-4D18-B464-30F11F794D95.jpeg

    134C3145-B89E-4BAB-8871-ED9C37D02FB6.jpeg

    C45F1C0C-FB18-4BB8-A7F7-1AE7017658AB.jpeg

    650A7D47-C051-4DAC-B526-E7FEAACDE8DF.jpeg

    DA225960-451F-4CD8-B267-19A702D1203B.jpeg

    1. daliahnera

      daliahnera

      wow...che splendore...molto rock and roll

    2. scompaiomatorno

      scompaiomatorno

      sembrano foto tratte da un film! hai talento!

  8. Il mondo è molto bello.
    Con una casa mobile ci si potrebbe spostare un po' di qua, un po' di là.
    Viaggiare allarga gli orizzonti e procura un piacere speciale.
    Anche con i romanzi e il cinema si può viaggiare.

     

    Ma è chiaro che più che vedere cose diverse è importante mutare lo sguardo.

    45F839FF-79EE-47EA-A6B1-0C0F46197E1E.jpeg

    F63325E8-A5A4-45B5-AD8C-E05560B839B5.jpeg

    F4348964-978A-4BA8-84F3-265712F1708A.jpeg

    28FB4576-8375-4328-BEB9-E7794EA28E01.jpeg

    2106829C-EE88-42E7-8C53-FA1100B58A8F.jpeg

    2C26DA48-E224-4421-830B-D3D9469F6B83.jpeg

    20590E96-9034-4251-9C0A-0D12410EBF6A.jpeg

    1. Visualizza i commenti precedenti  altro %s
    2. odessa1920

      odessa1920

      Tra Williams e Seligman AZ

    3. scompaiomatorno

      scompaiomatorno

      leggo ora la zona! non ci sono mai stata ma i miei zietti si! ne hanno parlato benisimo...chissa come sarà cambiata in questi anni

    4. odessa1920

      odessa1920

      Ero stata negli stessi luoghi dieci anni fa... Era meglio dieci anni fa!

  9. Danza alla luna
    La ricerca del senso della vita come processo intellettuale approda al nulla. Nulla che tenga e che afferri, che commuova e incanti. E anche questo è importante. 
    E se decidi di inventarlo, il senso, ascoltando il desiderio, e di metterlo alla prova vivendo a quel modo, allora le risposte della realtà potrebbero incantarti. 

     

    Il senso è sentire che la Vita risponde alle tue follie.

    A493FB3D-F1B4-4FD9-8373-E282FB20E348.jpeg

    512BB1A6-BF32-454D-A2D9-E7803E27B42C.jpeg

    A4F3612A-EDE9-4B21-A3BB-DB8677255C88.jpeg

    EFF095AA-3B0C-493B-82E3-4E484821287D.jpeg

    A34CCCC4-9AE1-41A2-AF4B-394FA4A2C59E.jpeg

    400C1620-1789-4719-81BB-20B9648E1F44.jpeg

    1. daliahnera

      daliahnera

      mi ricorda un vecchio video di Brittany spears!

  10. Lo sai che la risposta è salire a cavallo e andare.
    Non c’è da tergiversare. L’intelligenza del fare sa le cose in anticipo.
    Ma resta consapevole.
    La vita è questa incredibile avventura.
    Non sai niente e sogni.
    Tu segui i tuoi sogni. E vai incontro a ciò che riconoscerai come il tuo destino.
    Non demonizzare l’intelligenza e la ragione. È sbagliato.
    Ma inventa col cuore la tua storia.
    Non farai mai abbastanza errori da impedirti di saltare nei tuoi sogni.

    2A2C2198-A64A-4F49-9B6D-A0F8544E3213.jpeg

    D9073268-F04C-4343-AC6E-AA5D0FF5320B.jpeg

    18B759A7-4013-4A3D-A6D8-75B1FB93C665.jpeg

    44039606-3E60-4F1E-B64A-67879A6AB00C.jpeg

    B25B33E4-6DAA-479C-A769-6A5F67BA81AA.jpeg

    E2F5DFED-82F1-41EE-AA8D-868802C088A0.jpeg

    260E2E6D-47A2-4B4E-8C04-4DB83D4294E9.jpeg

    B34D4F8C-0069-4F61-BE3F-CEAF94D3C56C.jpeg

    1. theoldandthesea

      theoldandthesea

      Tutto quello che dici è  non necessità mai di aggiunte, dici sempre tutto, con perfezione. 

  11. E si volava sopra i deserti del Nord America , in ascolto di antichi canti indiani, di storie che narravano vecchie e intriganti tradizioni di mercanti inglesi e scandinavi lungo le rive dei laghi. Si trattava di pellicce. E gesti straordinari di magia.
     

    3234C67B-A34E-45E4-84A1-357337B13558.jpeg

    CD1DB612-CB57-4545-9174-6CE16CB31976.jpeg

    5B5D2710-0341-4F3F-9880-D3F424526BDD.jpeg

    45C80C94-3511-4433-87DE-710E63962A0D.jpeg

    DE4DC1DC-E886-45AE-8C27-F0F23D788034.jpeg

    DC35C77D-CC1F-40A7-BA76-8E8CDAC63ED8.jpeg

    FC25E9F9-DD12-4EE6-8A88-C6E63D6C0D8A.jpeg

    1. tacchialti94

      tacchialti94

      ammiro molto il tuo utilizzo della cromia! sembra di essere in un film!

    2. odessa1920

      odessa1920

      Il merito è degli scenari! :-)

  12. All’alba e al tramonto, quando ti fermi per qualche momento, senti che tutto questo è vero. E non sapresti dire che significa vivere, e nemmeno cosa significhi “essere”. 
    Ma sai il tuo desiderio originario. Lo senti dentro e sai che tutto nasce da lì, tutto dipende da quello. E ti proponi ogni volta, ogni giorno, di alimentare quella fiamma. Perché quello è il motore dell’interesse, dell’iniziativa. Non soffrirai mai la noia, così come non l’hai mai sofferta. Non ti fermerai a recriminare, a vendicarti, a rimpiangere. Finché hai quel desiderio, la vita sarà la creatura meravigliosa e sfuggente che corteggerai del tutto naturalmente, rendendoti il più amabile possibile per ottenere i suoi favori.

    04089D02-7D92-4CDA-B291-E533ED69213D.jpeg

    333A8634-4DA1-46A4-A4F6-9199666D094D.jpeg

    0310D538-C21D-41B9-B4B0-A06B5A5F0BCD.jpeg

    A81E37DC-1956-4E5F-8E66-58FEC35DF0D7.jpeg

    F6731638-CEF4-40D2-98CD-9DE5B352D8C9.jpeg

    78D421C0-720B-4E2C-836E-34707A8C43B4.jpeg

    1CDB5AE7-3546-4F8B-913D-9D815BD7EA97.jpeg

    1. nuncepenza6

      nuncepenza6

      Death Valley? 

    2. odessa1920

      odessa1920

      Sì, le ultime 4 foto...

    3. tacchialti94

      tacchialti94

      ma toglie il fiato questa selezione fotografica! complimenti!

  13. Le era sembrato che il mondo fosse così interessante da meritare di essere raccontato per intero. Rendendosi conto che a dirlo a parole, però, sarebbe stato troppo lungo, aveva deciso di narrarlo a immagini. Poi si accorse che anche in questo modo l’impresa sarebbe stata impossibile e si rassegnò a dire soltanto quello che si sarebbe potuto presentare dopocena.
    E non riusciva a togliersi dalla testa la domanda: quel che non si racconta continua ancora ad esistere?
     

    E27C4F14-86AC-4B03-BB45-16DFF5133BAF.jpeg

    CE19AD34-CC8A-498C-9CC9-78FBD781C19F.jpeg

    01F7FA33-8682-4E5A-B383-B01EA897953B.jpeg

    91A0662E-BD3E-469E-A865-4BD2804577F1.jpeg

    E0CD8B71-A44F-484F-BBA1-8077C8D0C89D.jpeg

    8FC99810-A9FE-403C-9398-8459D6082334.jpeg

    1. Visualizza i commenti precedenti  altro %s
    2. odessa1920

      odessa1920

      Non pensavo si potesse scambiare il Bryce Canyon per l'Umbria.

    3. tacchialti94

      tacchialti94

      ...e autunno fu..che bellezza questo arancio...che bellezza questo "calore" autunnale!

    4. odessa1920

      odessa1920

      La stagione che preferisco...

       

  14. Vita come musica. Comporre e cantare e danzare e volare. Mistero in ascolto al mattino. Nel sole e nella nebbia il sorriso del fuoco che alita raggi di luce sulla pelle. Un ragazzo che grida allegria e salta i fossi di fianco al sentiero. Montagna che sbianca la cima nel cielo, richiamo di magica illusione. Miracoli che emergono dal suolo come fiori dopo lunga pioggia, danza di fanciulle guerriere, incanti di conchiglie ferite contro la roccia dallo sguardo feroce.
     

    9B54BFD3-AFE1-45E3-8A3B-610AE01A47A9.jpeg

    565E6D3C-58CD-432D-9BE8-E06CCCBABD3B.jpeg

    65EBE0A4-DA76-45F4-92E0-62AD7615D689.jpeg

    D6AD5870-3BF7-4314-A336-D9A068D56317.jpeg

    FA1FF8FC-F2FB-4950-9C38-C3DCE440CD53.jpeg

    FB742882-FCFE-4660-A15F-22BDA29B2533.jpeg

    1. nuncepenza6

      nuncepenza6

      bellissimo paesaggio! e che colori...eri negli states?

    2. odessa1920

      odessa1920

      Zion National Park

  15. Nasce il giorno qua davanti.
    Non è necessario che sia un giorno uguale a ieri.
    È possibile che qualcosa di nuovo si sia insinuato nella logica delle cose.
    Lo avverto come una sorta di urgenza dentro di me.
    Dentro questo rettangolo consapevole che è la coscienza.
    Dentro il nucleo caldo di ciò che chiamo “Io”.
    E intendo rispondere, fermandomi un po’ e facendomi di nuovo le vecchie, care, domande: Dove voglio andare? Cosa sto facendo? Sono soddisfatta? Cosa posso fare?
    Voglio rimettere in fila le cose.
    Non per riallinearmi al passato, ma per aprire una strada verso il futuro.
    Ho bisogno di ridisegnare la mappa.
    L’orizzonte. La visione.
    E di farlo da ferma, non di corsa.

    47F7E56E-68DD-4F24-8667-DD2831B177F9.jpeg

    3B9E5A13-A194-4D43-BCDC-FF6610B4B116.jpeg

    7202E185-44B1-4B84-84DA-6E8AB42E1D34.jpeg

    BA96D025-5219-49D0-BCC3-22CC4C6461BE.jpeg

    CA22C8B0-30F8-4276-ABE1-6DD7400E8804.jpeg

    BC96C16E-1D21-471E-B162-9C59F35AACFA.jpeg

    1. nuncepenza6

      nuncepenza6

      ma hai fatto un safari?? stupendo...in che zona stai?

    2. nuncepenza6
    3. odessa1920

      odessa1920

      Hurricane Utah

  16. Le città come i boschi. Perché no? Nessuna lontananza tra i grattacieli e la natura. Non essere costretti a scegliere tra modernità e tradizione, per via dell'aria che si respira. La tecnologia non è distanza dalla natura. Noi andiamo a imparare dalla natura tecnologie sofisticate, messe a punto da millenni di evoluzione. Ora stiamo riflettendo sulla compatibilità, sul funzionamento dei sistemi ecologici. Siamo una specie capace di apprendere.
    E i nostri sogni non sono la notte oscura, lontana dalla creazione operosa. Sono la notte magica dove la vita ci parla delle sue grandi attese. Possiamo essere consapevoli dei nostri limiti e del fatto grandioso di essere portatori dei sogni stessi della vita. Questa è l'epoca degli eroi del quotidiano. E dei modi gentili di prendersi cura del mondo. L'economia diventerà sempre più blu. E i nostri pensieri creativi.
    L'universo attende le nostre ondate esplorative.

     

    Las+Vegas-2_219.jpg

    Las+Vegas-2_184.JPG

    Las+Vegas-2_57.jpg

    Las+Vegas-2_140.jpg

    Las+Vegas+-+3_114.JPG

    Las+Vegas+-+3_155.jpg

    Las+Vegas+-+3_142.jpg

    8FEB8EC0-6E46-4436-9A5C-135754331E74.jpeg

  17. E si correva. A muoverci era un richiamo che sembrava fuori, ma era dentro. 
    E speravamo ogni giorno non di trovare casa, ma un posto di sosta per ripartire ancora una volta riposati. La vita era quest'avventura il cui senso non si lasciava mai acchiappare, ma ci attirava senza posa.

    Calico - Mojave_125.JPG

    Calico - Mojave_76.JPG

    Calico - Mojave_143.JPG

    Calico - Mojave_154.JPG

    DBC5711B-2892-4552-842A-F0B5522BE93C.jpeg

    1. altomororicco

      altomororicco

      Ma oltre alle tue parole, i tuoi scatti, anche i tuoi viaggi sono meravigliosi 

  18. Stamani è un po’ così. Ma il viaggio comincia nella testa. 
    E ormai tutti sappiamo che il viaggio vero trasforma dentro le persone man mano che procedono tra fatti ed eventi. Ed è questo che sogno davvero, guardando dalla riva le vele piene di vento che solcano il mare.

    DSC_0175.JPG

    DSC_0110.JPG

    DSC_0155.JPG

    DSC_0197.JPG

    DSC_0215.JPG

    1. lullabyblue0

      lullabyblue0

      Veramente stupende le foto, complimenti 

  19. Verso Itaca

     

    È l'avventura, la ricerca, il compito, l'impresa, la passione, la curiosità. 
    Le sfide, l'astuzia, il pericolo, il coraggio, il destino personale.

     
    Tutto ciò che Ulisse è dentro di noi.

    DSC_0223.JPG

    DSC_0234.JPG

    Los+Angeles_228.JPG

    Los+Angeles_252.JPG

    1. nuncepenza6

      nuncepenza6

      wow, ma sei te in foto? il B/N mi confondee

    2. odessa1920
  20. Sempre con Hopper

    Quando non ci limitiamo a guardare a lungo dalla finestra, ma vediamo l'immagine di noi stessi che guardiamo dalla finestra, c'è qualcosa che scatta dentro.


    Ha a che fare con la voglia di una vita piena e abbondante…

    IMG_3539.JPG

    1. nuncepenza6

      nuncepenza6

      questa immagine sei tu, nei dettagli e nei colori! wow

    2. odessa1920

      odessa1920

      Grazie, anche io mi riconosco...

  21. Me l’ha detto un uccellino!”, così diceva mia nonna materna, quando intuiva qualcosa che avevo fatto e che tenevo in segreto.

    All’inizio ho creduto che quell’uccellino esistesse davvero. Poi ho capito che è una facoltà intuitiva che abbiamo dentro e che può suggerire qualcosa d’importante per la gestione della nostra stessa vita.
    
Oggi affido le decisioni che mi riguardano quasi totalmente a quella vocina interiore.
    E, quando mi parla, mi affretto ad annotare i suoi suggerimenti, per non perderli per strada.

    A6C612B9-2C08-4A47-B744-D8DEFF0034FB.jpeg

    1. nuncepenza6

      nuncepenza6

      sembra un set di un matrimonio..ci devi raccontare qualcosa? ahaha

    2. odessa1920

      odessa1920

      Solo un abito azzurro e un prato curato! :-)

  22. All’ombra di un acero di monte, 

    seduta in quiete in questo loco eterno,  
    
respiro un sole audace, con la fronte 

    verso colline in nostalgia di inverno.
    Un pino strano tra betulle e faggi 

    porta con sé la nostalgia del mare. 

    Io allargo del pensiero i vasti raggi,
     
in preda a un’aria che mi fa sognare. 
    Vorrei restare per sempre in questa posa, 
    
fissata in un presente senza fine, 

    ove l’istante tutto il tempo sposa 

    e le cose lontane sono vicine.
    Ma poi mi scuoto e mi rimetto in piedi, 

    mi dico: sveglia, non ti addormentare! 
    
Riprendi il tuo cammino e se non vedi
    
proprio per questo tu vorrai cercare.

     

    307980E3-29C5-47DA-88BB-5082808306C3.jpeg

    1. fashionista0

      fashionista0

      wow! il giallo ti dona un sacco! te l'hanno mai detto?

    2. odessa1920

      odessa1920

      Mi piace molto il giallo, mi vesto spesso di questo colore! Solitamente non è molto amato. A te piace? 

  23. Amélie Nothomb, in “Acido solforico” racconta una cosa deliziosa che fa al caso di chi vive situazioni di disagio. 
Racconta di un prigioniero in un campo tedesco durante la seconda guerra mondiale. Le condizioni di sopravvivenza disumane e disumanizzanti. Lui e i compagni si stavano trasformando in poveri selvaggi, bestie sofferenti. Nelle loro menti, pensieri insopportabili. 
Un giorno quest’uomo ebbe un’idea geniale. Inventò il “gioco della dama”. Il gioco consisteva nell’immaginare che in mezzo a loro ci fosse una dama d’alto rango, di fronte alla quale ci si sarebbe dovuti comportare in maniera degna della sua nobiltà. Tutti accettarono di costruirsi questa fantasia. Un po’ per volta, a forza di vivere alla presenza della nobile dama, avevano ripristinato la civiltà e si resero conto di essere salvi. Questa vittoria della mente sostenne i prigionieri fino alla fine.

    Mi sembra davvero una bella storia. La comprende bene chi cerca  di tenere alto il morale in una situazione in cui il dolore e l’impotenza suggerisce quotidianamente una sorta di deriva. L’immaginazione è capace di fare questi miracoli.

    “Chiunque conosca un inferno durevole o passeggero, per affrontarlo può ricorrere alla tecnica mentale più gradevole che esista: raccontarsi una storia. L’infelice che riesca a riempirsi il petto di un soffio di grandezza rialza la testa e smette di compatirsi” (A. Nothomb)

    0B7D84D5-9A37-4B1B-A95C-E7E5E0B033DD.jpeg

    1. daliahnera

      daliahnera

      sono dei bei pensieri, e mi hai fatto aggiungere questo titolo alla mia lista delle prossime ,letture. Grazie di cuore

    2. fashionista0

      fashionista0

      io sono affascinata dal tuo abitino...sembra uno che vidi la scorsa estate alla Coin! è possibile?? ti sta benissimo

    3. odessa1920

      odessa1920

      Solitamente compro abiti online (perlopiù da siti inglesi) perché nei negozi normali fatico a trovare qualcosa che concilia con i miei gusti. Sono un po’ particolare. 

  24. Lei pretendeva che lui le leggesse nei pensieri. Abbozzava ogni gesto, ogni discorso in attesa che lui terminasse quanto già iniziato, pena il distacco, l’incomprensione e la freddezza. Non lo faceva per gioco o per distrazione ma era una esigenza profonda. Era il suo modo di intendere l’amore, l’intesa e la complicità. Nonostante manifestasse con orgoglio la propria indipendenza fisica e spirituale da lui, intimamente pendeva dalle sue labbra. Perché lui era il suo naturale completamento, sapeva leggere l’alfabeto delle sue emozioni.
     
    A lei piaceva ascoltare, abbandonarsi alle sue parole, le piaceva perdersi tra le sue carezze come un gozzo in mare aperto nel corso di una tempesta impetuosa: uno sguardo, un respiro o un sospiro erano la stella polare, i punti cardinali.
    Lui aveva i tutti i mezzi per capire la direzione da seguire, era stata lei a fornirglieli. Talvolta lo faceva con disinvoltura, con estrema naturalezza, quasi con facilità, altre volte non ci riusciva, non capiva dove era la meta, il fine da perseguire, e allora si apriva una voragine.
     
    Inutile gridare: la terra tra i due continuava ad aprirsi lentamente ed inesorabilmente, senza tregua. E quando succedeva tra i due si innalzava un muro silenzioso.
    Lei soffriva: una sofferenza senza spiragli, buia, chiusa e impenetrabile. Lui era incapace di attrarla nuovamente a sé: ogni parola, ogni gesto risultava banale, futile e inutile. Soffrivano entrambi.
    Si promettevano che non sarebbe mai più accaduto ma poi sapevano che si sarebbero reciprocamente smentiti.
    E nonostante tutto continuavano a cercarsi perché il territorio del non-detto li affascinava. Un territorio difficilmente accessibile, fuori dai luoghi comuni dei sentimenti. Ognuno aveva un proprio ruolo definito, nella loro inconsapevolezza sapevano dove volevano arrivare, “sbagliavano da professionisti”.

    B7492DE2-970B-4B9E-83FA-0F54236176CE.jpeg

    1. tacchialti94

      tacchialti94

      Ottima interpretazione della tua arte, un'anima persa tra le mura della città. Dovresti proprio iniziare ad avere un blog!

    2. fashionista0

      fashionista0

      wow! sembri parte dell'opera stessa! sei sempre fantastica!!

    3. odessa1920

      odessa1920

      Grazie del complimento 

  25. Dov’è Alice?

    Meravigliosi segreti che appena si affacciano allo sguardo attento. Per ritirarsi immediatamente nell'umido mistero del bosco, dove gli umani vanno a cercare le leggende antiche. 

    La natura è immaginazione.

    272CAE35-D611-4C74-A2B5-C9E4A4703E6A.jpeg

    1. Visualizza i commenti precedenti  altro %s
    2. odessa1920

      odessa1920

      Nella mia c’è. :)

    3. tacchialti94

      tacchialti94

      sono molto affascinata dalla tua attrazione e celebrazione del mito di "alice", la sua innocenza e il suo coraggio sono due scontri che portano però allo svolgimento di un percorso interpersonale strabiliante!

    4. odessa1920

      odessa1920

      Sono sempre stata affascinata da questo personaggio, anche dalla storia sinistra che ci sta dietro...