• Uomo
  • 50 anni
  • Trento (TN)
  • Ultima Visita

Risposte agli aggiornamenti di stato pubblicati da hocuradite

  1. Vi giuro che così  non m'è ancora capitato

    Se avete info anche di cloni inviatemele

    No sposati, no perditempo, no culturisti, no vax, no tav e grillini

     

    2019-05-22.png

  2. tumblr_o96knz9t0G1r8vdtfo1_500.gif

    Le persone dolci non sono ingenue. Né stupide. Né tantomeno indifese. Anzi, sono così forti da potersi permettere di non indossare alcuna maschera. Libere di essere vulnerabili, di provare emozioni, di correre il rischio di essere felici.

    Marilyn Monroe

  3. Negli ultimi tempi per combattere la mia insonnia ne ho provate di tutti i colori: dal pensarmi morta vegliata da piangenti comari fino alle più svariate ed improbabili tecniche di training autogeno. Tentativi vani e fallimentari: se corpo e mente non sono accordati sulla stessa lunghezza d’onda dormire non è affatto facile. Almeno fino a quando non ho scoperto lui, Johann Sebastian Bach. Da almeno due settimane ogni sera non posso ormai più fare a meno di ascoltare le sue Variazioni Goldberg suonate al piano da Glenn Gould.
    Le mie sincopi mentali, le asimmetrie dei miei pensieri, le geometrie sghembe dei miei flussi di coscienza, gli spigoli dei ricordi che affiorano nel silenzio, l’intricato gomitolo della memoria vengono come equilibrati, risolti, traslati, regolarizzati, smussati, limati, dipanati… e attraverso le note entrano in me solerti geometri, abili carpentieri, instancabili muratori, competenti architetti che mettono ordine nelle mie stanze, o almeno così mi sembra di credere.
    La perfezione formale e strutturale, quasi algebrica, le geometrie speculari delle Variazioni Goldberg, per una strana ed incomprensibile forma di osmosi, è come se riuscissero a trasmettermi quella calma e quel vuoto necessari all’abbandono ed io mi lascio cadere tra arpeggi, appoggiature, trilli, artifici ritmici, fughe, linee melodiche che si rincorrono, si allontanano e poi tornano ad avvicinarsi, fino a sparire, sprofondare e infine riemergere.
    Il mio corpo è la melodia, la linea di basso la mia anima e nota-contro-nota si avvinghiano dando luogo ad un’unica entità che non è mai possibile separare totalmente. Talvolta prevale il corpo, altre l’anima, come se l’uno si piegasse all’altra e viceversa, come se lottassero e cercassero reciprocamente di affermarsi, di farsi spazio in un eterno, circolare ed altalenante moto perpetuo.

    E dove il piano non arriva ad esprimere ciò che Bach intendeva esprimere, i sospiri ed il canto gutturale e disarticolato di Glenn Gould sprofondato nella sua sedia fanno il resto. Così impercettibilmente ogni suono dentro di me diventa specchio di un onirico silenzio.

     

     

     

    IMG_9053.JPG


  4. contento per la tua risposta, il mio nome è milani, preferisco che tu mi risponda per ulteriori informazioni su (milani093isinsu@gmail.com)
    .............
    glad for your respond my name is milani i will prefer you reply me for more introduction at ( milani093isinsu@gmail.com


  5. contento per la tua risposta, il mio nome è milani, preferisco che tu mi risponda per ulteriori informazioni su (milani093isinsu@gmail.com)
    .............
    glad for your respond my name is milani i will prefer you reply me for more introduction at ( milani093isinsu@gmail.com

  6. Questa mattina mi sono lasciata andare. Ho dormito fino alle dieci. Da un po’ non accadeva. Ieri notte credo di essermi addormentata intorno alle cinque. Volevo finire il libro che stavo leggendo. In verità non l’ho finito, il sonno ha avuto la meglio: mancavano poche pagine alla fine, quattro, cinque, ma gli occhi non reggevano ed ho perso i sensi.
    Quanto mi piace addormentarmi contro la mia volontà, in particolare mentre sto leggendo o guardando un film. La sensazione di essere posseduta da qualcosa di enorme, di grandissimo, da qualcosa di incontrollabile che mi vuole rapire per portarmi via, in un posto che non conosco, che non conoscerò mai. E nonostante tutto non ho paura perché so che in qualche modo ritornerò qui dentro di me. Ed io lotto, so che cederò, è inevitabile, ma lotto, riga dopo riga, scena dopo scena, torno indietro, riprendo il filo, il buio mi pervade, mi sommerge, cerco di galleggiare, annaspo sulla superficie affannosamente, riemergo, affondo, mi cadono le braccia, perdo il controllo e poi vengo risucchiata da un vortice impetuoso e nero, ruoto, ruoto, ruoto e sparisco.

    Io non sogno quasi mai, o almeno non ricordo ciò che sogno.
    In un racconto di Borges ho letto che nello stesso istante in cui ci addormentiamo qui, ci svegliamo da un’altra parte, quindi ogni uomo è due uomini. Per quanto mi riguarda ho il sospetto che sia profondamente vero. Altrimenti non mi spiego perché io non sogni quasi mai: un’altra me vive da un’altra parte, non so dove, ma ne sono convinta. Poi, non appena mi sveglio lei si addormenta. E così via. Forse quando morirò – o moriremo (?) – ci incontreremo.

    Adesso sono sveglia. Bevo acqua. Prendo la bottiglia in mano, mi riempio la bocca per quanto è possibile, trattengo l’acqua qualche secondo tra le guance gonfie cercando di percepirne il sapore e poi deglutisco. Rilasso i muscoli,
    spingo delicatamente con la lingua l’acqua contro il palato, la faringe fa il suo lavoro, la sento scivolare lentamente nell’esofago e poi giù giù nello stomaco

    2E94A3FC-9944-49D9-B650-6B1301474AC0.jpeg

  7. Questo falso papa così eretico, politicante ed apostata, va deposto e scomunicato!

    FB_IMG_15577069369323659.jpg

  8. Questo falso papa così eretico, politicante ed apostata, va deposto e scomunicato!

    FB_IMG_15577069369323659.jpg

  9. Un uomo perbene.

     

     

  10. Secondo la mitologia giapponese sulla luna si intravede una lepre.
    Si racconta che tanti anni fa sulla terra vivessero felicemente e in amicizia una scimmia, una lepre e una volpe.
    Un potente dio venne a conoscenza di questa grande amicizia tra animali così diversi e decise di verificarla: avrebbe premiato tanta lealtà.
    Arrivato sulla terra si presentò ai tre amici spacciandosi per un povero vecchio affamato. La volpe e la scimmia, sperando in una ricompensa, si misero a raccogliere bacche e verdure per sfamarlo, ma la lepre continuò a giocare spensierata, perché quella era la sua natura.

    Allora la scimmia e la volpe le dissero di raccogliere dei rametti per loro e di ammucchiarli e accenderli. Lei li accontentò e i suoi amici la spinsero sul fuoco e la servirono all'affamato vecchio che, colto da orrore per quel tradimento pensò che l'unica davvero leale fra i tre fosse stata la lepre e, come premio, la fece salire fino al palazzo della luna dove le fu resa la vita che divenne eterna.

    IMG_0952.jpg

  11. Ti propongo un altro spunto di riflessione...

    Ossia una categoria di donne che hanno agito concretamente per la conquista di alcuni diritti civili imprescindibili...

     

    0ca46324f477a2a6095e2c1393989186.jpg

  12. Ti saluto con un'altra grande Donna, che ha fatto la storia e che personalmente amo moltissimo!

     

    f11af3902afbc31db0c50b823d149ee1.jpg

  13. Buongiorno B|

    Questo testo riguardo a Frida e al femminismo, è molto interessante.

    https://alaspavolarsite.wordpress.com/2017/08/18/la-santa-frida-icona-femminista-non-femminista/

    (aspetto il tuo parere!)

     

    93f57b09697bb45b50e2c33e01301c70.jpg

  14. Ecco un altro splendido esempio di donna libera, nel vero senso della parola, che proprio in questi giorni ha dato l'ennesima prova della sua immortalità...

     

  15. E' molto bello quello che dici a proposito dell'universo femminile...è un modello al quale mi ispiro ogni giorno, se pur con tutte le difficoltà che potrai benissimo immaginare.

    Ti saluto con l'immagine di un'altra donna che, se pur profondamente diversa da Marlene, incarna perfettamente l'emancipazione, la libertà e la femminilità.

    Buon fine settimana!

     

    7e52f64bbb79eb754fad3974aaa5a368.jpg

  16. Il mio amico "marinaio" ha ragione, hai un nickname bellissimo...mi ricorda Battiato, forse perchè rievoca il titolo della celebre canzone...

    Me la saluti anche a me Marlene??

    Dai, dai....

     

    484a5933d4f1f8d3d3d21703f49cf00c.jpg

  17. Grazie della "visita" virtuale!

    Molto bello il tuo nickname e bellissima la Marlene Dietrich in copertina!

    Splendida donna e attrice strepitosa!

     

    67aa61a0c3ef1a474e8dd11cb74a25c6.jpg