• Uomo
  • 80 anni
  • Ultima Visita

Su di me

  • Compleanno
    3 Maggio

Mi piace un sacco

Sport Libri Cinema Musica Tv e Serie Tv Cucina Viaggi Running Calcetto Ballo Yoga Arte Moda Fotografia HI-Tech Natura e Animali Videogiochi

Visite recenti

3110 visite al Profilo

Chi seguo Vedi tutti

MyBlog

Crea gratis il tuo blog in Wordpress e guadagna con Google AdSense

Apri il tuo Blog

I miei Blog

    Gestisci blog

    Genio

    Ad ogni domanda una risposta.
    Cosa desideri sapere?

    Fai una domanda

    Le mie domande

    Le mie risposte

      Vedi tutto

      Forum

      Lancia il tuo Forum condividi informazioni idee e opinioni

      Apri forum

      Le mie discussioni

        I miei post

          Vedi tutto

          Siti

          Scegli il tema che preferisci,
          personalizzalo come vuoi e sei subito online!

          Crea il tuo sito gratis

          Il mio sito

            Singolo aggiornamento

            Visualizza tutti gli aggiornamenti di fel55

            1. Oggi anche io mi sento un po' poeta, e ho rispolverato uno dei miei testi preferiti. ^_^

              th.jpg

              1. fel55

                fel55

                molto bella!

                 

                Dolce il mormorìo

                 

                Di questo lento torrentello.

                 

                Più dolci le tue parole

                 

                Che giungono al cuore

                 

                E lo riscaldano.

                 

                Mentre anche noi lentamente,

                 

                Lungo il rasente sentiero,

                 

                Nel bosco andiamo

                 

                E ammiriamo le foglie multicolori

                 

                Che l’Autunno regala agli umani,

                 

                Alla terra e a quanti esserini

                 

                Vi brulicano e fan provviste

                 

                Per l’imminente rigido inverno.

                 

                Vedi, fauni e ninfe

                 

                Ci spiano e si riparano

                 

                Dietro i tronchi muschiati,

                 

                E attendono curiosi ed invidi

                 

                I nostri baci

                 

                E i nostri slanci.

                 

                Posavo il capo

                 

                Sul morbido tuo grembo

                 

                E miravo le serene stelle

                 

                Delle tue pupille,

                 

                Ardendo nel desìo di morire

                 

                In tal soave e felice stato.

                 

                Eri e sei

                 

                La mia viva speranza

                 

                Che tu non sia mai

                 

                Separata da me.

                 

                Proprio non potrei tollerare

                 

                Una tua assenza,

                 

                Anche temporanea.

                 

                Oh, non potrebbe mai spegnersi

                 

                Il fuoco che da così tanto

                 

                Hai acceso nel mio cuore!

                 

                 

                 

                 

                 

                 

                 

                I dolci baci di una volta

                 

                Lascia ch’io sugga

                 

                Dalle tue morbide labbra.

                 

                Dolorosamente ricordo

                 

                Le lente carezze

                 

                Sulle guance arrossate

                 

                E l’arruffo della tua mano

                 

                Sui miei capelli.

                 

                Gli abbandoni tra le mie braccia

                 

                E i labili sussurri agli orecchi.

                 

                Le tue confidenze e i tuoi sfoghi.

                 

                I tuoi timori e le tue incertezze.

                 

                La tua innocenza di sguardi e di atti.

                 

                Tutto questo mi manca…

                 

                Quando il tuo volto

                 

                È rabbuiato.