• Uomo
  • 33 anni
  • Milano (MI)
  • Ultima Visita

Risposte agli aggiornamenti di stato pubblicati da diegodelavega0

  1.  

  2. è ora...c'è qualcuno che lo prende con me?

    della serie...aspettando il giorno...

    vetro-o-tazzina-grande.jpg

  3. 48+ Buon Lunedì buon giorno a tutti - BuongiornoMattinieri.it

  4. I'm looking for...

    something unexpected

    oh
     
     
     
    IMG_9151.JPG
     
    IMG_9023.JPG
  5.  

    81b2fb67abf5ca81815efa7986d3f6ba.jpg

  6.  

    726fa20dc579c4480051ab408b1c778e.jpg

  7.  

    a7680f54db9f468b934f9084a6218b20.jpg

  8. le-persone-sono-come-le-scarpe-per-capire-che-sono-sbagliate.png.477c148efc821d20ba6936ac7e0403ac.png

  9. Ciao dimmi se ti piace

    82bd2adc59b3559d77d6ef83dcda8fb3.gif

  10. E3N_v0KXMAY-sWC.thumb.jpg.3ec6acb506629ad842616d54f7bfb292.jpg

  11. grazie mille Diego........ buon pomeriggio anche a te !! Ciao 👍

  12.  

    5229229c2cf49edfac0f6d33274d2cc6.jpg

  13. So che della gente si ubriaca per uscire dal recinto del banale. A me credo che basti essere un po’ ebbro per vedere le cose con maggiore lucidità.  

    
Mi piace essere viva. E non è forse tanto per la gioia che provo ora nell’osservare lo spettacolo del mondo. È piuttosto per quello che credo possibile circa il vedere la realtà, come stanno le cose davvero. E probabilmente anche per il desiderio di creare qualcosa realmente. La vita è una scommessa verso l’impossibile (a stare all’esistente), ma desiderabile a stare al sogno che si è acceso non appena l’Io ha fatto capolino in questa strana faccenda. Insomma è l’impossibile la vera cosa interessante. E per perseguirlo, essere un po’ ebbri è quello che ci vuole.

     

    IMG_4695.JPG
  14. Ciao maurigoli, buona serata.

    Frasi sulla casa

  15. Indagando bene dentro di me scopro delle opinioni segrete che spiegano meglio il mio comportamento. Soprattutto i miei blocchi. Sono pensieri sepolti sotto la coltre delle parole che uso di solito. Ma quando affiorano queste intuizioni pare che una porta si apra su un futuro più libero e felice. E il desiderio mi conduce ad attraversare quella porta. Il passo successivo è intravedere le pietre di guado che mi consentiranno il passaggio dall’altra parte.

     

     

     

    IMG_5554.JPG
  16. buon giorno ai buoni e i meno buoni...

    che la giornata sia lunga!

  17. 🍕❤🥳

    20210822_200849.jpg

  18. Stiamo arrivando alla follia pura...vi chiedo davvero di prendere consapevolezza di quello che sta accadendo...

     

  19.  

    IMG-20210818-WA0000.jpg

    IMG-20210816-WA0001.jpg

  20. Ciao Anna, come stai? Piacere di conoscerti.

  21. Dianthus sul Monte Gorzano (Monti della Laga - Amatrice)

    PXL_20210810_145027352_2.jpg

  22. 169362f23c25ebabf3af5864b5e998d9.jpg.3252eb6a885f3d7aa8fb0d43ea9874ae.jpg

  23. Ciao Meridiana 

     

  24. Ciao!

    pexels-pixabay-101537.jpg

  25. Percorro con una certa consapevolezza la mia storia. Mi piace avere una storia. Desidero avere una storia per sentire che la mia vita ha un senso, una direzione di marcia, che raccoglie il susseguirsi dei giorni e l’alternanza degli eventi. 

    

Avere una storia sembra rendermi più ricca come persona. Non voglio limitarmi a commuovermi o eccitarmi alle storie lette, viste, sentite, per poi rientrare in una dimensione piatta. Voglio avere io la mia storia, con tanto di colonna sonora. So che c’è questa possibilità. 



    Avere una storia viva e avventurosa è essere impegnata, in qualche modo, in una ricerca. Risponde a quella sorta di inquietudine di fondo che mi abita e che mi spinge a uscire dall’esistente, a non rimanerci intrappolata. 



    Avere una storia come ricerca è il modo di esprimere la domanda che io sono. Non sono tanto una risposta quanto sono piuttosto una domanda. Ricercare e domandare è la stessa cosa. E la forma di questo domandare è una storia-ricerca. 



    L’oggetto del desiderio non è chiaro, limpido fin dall’inizio. La ricerca s’innesca anche se il suo oggetto è oscuro. Una delle aspirazioni della ricerca è scoprire che cosa si vuole veramente, in fondo. Conviene immaginare che l’oscuro oggetto del desiderio si disveli gradualmente nel corso della storia, assumendo forme che evolvono, che si concatenano l’una con l’altra in maniera spesso sorprendente. Le metamorfosi del desiderio fanno parte della sorpresa della ricerca, del gusto dell’avventura. 



    Strettamente intrecciata con la storia esteriore, con le cose che si fanno, c’è una storia interiore, le conquiste che riguardano il vedere, il sentire, il desiderare, la consapevolezza, la gestione degli umori, gli atteggiamenti positivi dell’animo… È proprio l'intreccio tra interiore ed estriore che rende speciale, unica, la propria storia. Che la sottrae alla banalità dei semplici fatti. 



    Raccontare le nostre storie è il luogo privilegiato della comunicazione che nutre, che stimola, che apre gli orizzonti e ci fa uscire dal banale. È il luogo dove possiamo scoprire lo spirito del tempo e le grandi idee che ispirano il cambiamento. 
È anche il luogo dove nascono amicizie sane, solidarietà consistenti, e si creano premesse per l’azione costruttiva del futuro.

     

     

    IMG_6868.JPG