• Donna
  • Ultima Visita

    Più di un mese fa

Contenuti pubblicati da salottodonne

  1. ciao a tutti! avete visto lo scherzo delle iene a francesco facchinetti? Che ne pensate?

    1. ciribi72

      ciribi72

      Buongiorno! Allora...parto dal presupposto che quando ho visto il video in rete non avevo ancora compreso che si trattasse di uno scherzo e che quindi sono rimasta basita da tanta rabbia gratuita, che si è fomentata per motivi così futili.

      Resta il fatto che, anche se si è trattato di una messa in scena, vedere una scena di violenza verbale e fisica, non è mai un bello spettacolo...

      Quindi no, a me non è piaciuto, anche se mi ha sollevato sapere che fosse tutto frutto di una burla televisiva.

       

    2. salottodonne

      salottodonne

      io riflettevo sul fatto che una volta gli scherzi erano cose assurde.. ricordi scherzi a parte con situazioni incredibili.. ora invece tutto quello che succede può essere verosimile.. una donna che esagera mentre tu sei a cena con tua moglie non è così impossibile...

  2. Buon lunedì!!!!! Che ne pensate di san remo? A me piacevano altre canzoni, ma sono gusti personali.. ma la cosa che non trovo giusta è fare un televoto (neanche troppo economico) e poi ribaltare il voto con giurie esterne neanche troppo educate, ho letto e visto la reazione della giuria dei giornalisti alla proclamazione del terzo posto de il volo.. scandolosi! Possono non piacerti ma sono comunque ragazzi bravi e che portano l'Italia nel mondo! Ma la cosa che trovo più assurda è: leggere i commenti sui social dove quasi nessuno è stato contento di san remo (conduzione, vincitore, ecc..) e invece in televisione dicono che è stato uno spettacolo apprezzato da tutti... voto a questo san remo?... 5

    1. lullabyblue0

      lullabyblue0

      Devo premettere che ho seguito il festival a spizzichi e bocconi, perchè non ho trovato molto divertenti gli stacchetti tra un'esibizione e l'altra.

      Benchè Bisio e la Raffeili siano a mio avviso dei comici brillanti, il repertorio festivaliero non mi ha fatta impazzire...forse perchè a differenza di altre edizioni, questa volta si è puntato troppo sul politically correct.

      Questo per dire che la mia opinione è quindi parziale, perchè di certo se avessi seguito la kermesse dall'inzio alla fine, sicuramente potrei darne un giudizio più strutturato.

      E' però incontrovertibile il fatto che lo spettatore che ha espresso una preferenza da casa, si aspettava un risultato in linea con l'esito del televoto.

      Giudizio finale per me: 6.

      Dò la sufficienza perchè comunque anche quest'anno il Festival ha aperto dibattiti all'interno del paese e ha fornito più spunti di riflessione, su tematiche attuali ed interessanti!

       

       

    2. scompaiomatorno

      scompaiomatorno

      Allora, ad un primo ascolto, il pezzo che ha vinto non mi convinceva affatto...passato qualche giorno e ascoltandolo con la giusta attenzione, invece, ho iniziato a trovarlo molto interessante e innovativo...un pò diverso dagli standard sanremesi, ma più in linea con il gusto contemporaneo!

      E lui sembra un ragazzo pulito e in gamba!

      Col senno di poi, e considerata anche l'arrogante polemica del secondo classificato, mi sento di dire che tutto sommato il verdetto mi soddisfa!

      A te è piaciuta la canzone di Mahmood?

    3. salottodonne

      salottodonne

      Si la canzone mi piace, non era la mia preferita ma non mi dispiace affatto... se non ci infilavano la politica sicuramente la sua vittoria sarebbe stata meno "polemizzata".. Sicuramente non è una melodia italiana, possiamo discutere se va premiata la canzone italiana in senso stretto oppure se anche sanremo può essere "ringiovanito"... Io sono per le tradizioni in questo caso, ma pensare a vari premi forse sarebbe l'ideale.. una cosa che ripristinerei, è la divisione tra big e nuove proposte.. Una critica a questo sanremo: l'acustica.. non mi piaceva il suono, molto spesso a discapito della voce.. 

  3. Ma ditemi che non è vero che ieri i giocatori dell'Inter sono scesi in campo con il nome nella maglia scritto in cinese.....

    1. klaus55bs

      klaus55bs

      E' vero !!! Confermo….

    2. salottodonne

      salottodonne

      ma io non ci credo!!!! sono basita... ma poi hanno perso dal Bologna giusto? Il karma esiste!!!!!!!

    3. klaus55bs

      klaus55bs

      ahahah ….

  4. Ciao a tutti Ritorno un attimo sul discorso giovani e sogni... Sono un'amante della danza (ho studiato per tantissimi anni danza classica e ora la insegno alle bimbe) e mi piace guardare amici di Maria de Filippi. Noto però che si dà troppo spazio a ragazzi semiprofessionisti e non si fa crescere invece ragazzi con talento ... un po' come nel lavoro si vogliono apprendisti con esperienza (sinceramente questa non l'ho mai capita!)... Sono giunta alla conclusione che la nostra società non ha più voglia, tempo e capacità di insegnare ai ragazzi un mestiere o di far crescere un sogno... Siamo troppo concentrati sul risultato e poco sul percorso... Che ne pensate?

    1. lullabyblue0

      lullabyblue0

      Ultimamente capita anche a me di guardare i Ragazzi di Maria, ed in effetti, soprattutto per la categoria dei ballerini, è vero che si tende molto a portare avanti danzatori già fatti e finiti, che potrebbero tranquillamente trovare una loro collocazione, senza necessariamente crescere all'interno del programma....

      C'è però da dire che non ho le competenze per valutare i talenti in erba...ossia coloro che, pur non avendo ancora conseguito risultati eccezionali, se incoraggiati con lo studio e con l'esperienza televisiva, potrebbero poi sbocciare e inserirsi nel mondo del professionismo.

      Ma concordo con te che la trasmissione dovrebbe principalmente trasmettere l'importanza dello studio e del percorso da intraprendere per coronare un sogno, e quindi, concordo con te sul fatto che andrebbe principalmente premiato il percorso di crescita, piuttosto che giudicare esclusivamente la qualità di una prestazione.

      Ciao!

    2. ciribi72

      ciribi72

      vero, i professionisti dovrebbero avere un altro palcoscenico sul quale esprimersi...

  5. A cosa sto pensando? Sto pensando che la giustizia italiana ancora una volta mi ha profondamente deluso. Riduzione della pena a Ciontoli per l'uccisione di Marco Vannini. Non so se l'omicidio è stato premeditato o no, ma sappiamo che se avessero chiamato subito i soccorsi Marco sarebbe ancora vivo. 5 anni sono veramente pochi. Pensiamo che Corona (che può stare antipatico per altri motivi) non ha ucciso nessuno e ha avuto in pratica la stessa pena... 

    1. tacchialti94

      tacchialti94

      in effetti è stata una sentenza che ha lasciato sorpresa anche me...

      chiaramente non ho elementi per giudicarla a 360 gradi, ma non posso che provare un'enorme tenerezza per i genitori...

  6. Stamattina sono a chiedervi un consiglio... tra le mille cose che faccio mi occupo anche di animali nel mio territorio.. e come in tutti i paesi iniziano le ripercussioni sui cani (avvelenamenti vari) perchè i loro incivili padroni non raccolgono i bisogni... sto cercando un modo per costringere i proprietari di animali a fare ciò che logicamente e senza costrizione bisognerebbe fare... avete delle idee?

    1. Visualizza i commenti precedenti  altro %s
    2. ciribi72

      ciribi72

      Buongiorno :-)

      Comprendo la situazione che descrivi, perchè purtroppo la vivo quotidianamente nel mio quartiere.

      Quando accompagno i miei bambini a scuola, nel tragitto, facciamo lo slalom per schivare le cacche dei cani >:(

      E' una situazione di vero disagio, soprattutto per chi ha problemi di deambulazione, di vista o per i bambini piccoli che non stanno quasi mai attenti a dove mettono i piedi o che spesso inciampano, correndo il rischio di fare un disastroso capitombolo su una pupù  :(

      E' utopico pensare che possano essere i vigili urbani ad arginare questo fenomeno di inciviltà pura, perchè ovviamente dovrebbero essere in ogni dove ed a tutte le ore del giorno e della notte.

      Ed è criminale farsi giustizia da soli, andando a colpire l'animale, e non il padrone maleducato.

      Io, ad esempio, proporrei una legge che imponga l'allontanamento dell'animale dal proprietario, se questo viene colto in fallo.

      Con lo spauracchio delle multe, gli incivili se la rischiano senza farsi troppi scrupoli, perchè è sufficiente guardarsi intorno e assicurarsi che non vi siano occhi indiscreti, per agire indisturbati...ma il timore di perdere i propri amici a quattro zampe potrebbe essere un deterrente più incisivo, magari segnalando la presenza di telecamere in alcune zone della città non meglio precisate....

       

    3. salottodonne

      salottodonne

      Il problema è ben diffuso lo so... giusto stamattina per andare a raccogliere quella fatta dalla mia vecchia peste ne ho pestate due... il rosario che non ho detto :) ... intanto la suddetta vecchia peste mi guardava ridendo... passata arrabbiatura e corsa su in casa a pulire le scarpe.. 

    4. tacchialti94

      tacchialti94

      è un problema molto comune...le cui vittime spesso non sono solo le suole delle nostre scarpe, ma anche delle povere creature indifese, come racconti con la tua testimonianza...

  7. L'altra sera ho visto la trasmissione sulla rai in cui Luxuria parlava di bullismo e di gender, transgender, ecc. Penso che bisogna si parlarne, ma non a bambini delle elementari e soprattutto devono essere argomenti preparati prima in famiglia. Il rischio è quello di creare una forte confusione in testa ai bambini. Sarò forse un po' "all'antica" ma il mio pensiero è: rispetto tutti e sono assolutamente tollerante, non è il sesso che fa la persona ma il suo essere, ma nello stesso tempo penso non debba diventare la normalità. Le diversità ci sono e non devono diventare normali ma devono essere accettate come tali. Cosa ne pensate? P.S.: Chiedo come al solito commenti costruttivi e non insulti a chi non la pensa come noi, anche questo è rispetto per il diverso. :)

    1. Visualizza i commenti precedenti  altro %s
    2. salottodonne

      salottodonne

      Grazie per il commento, educato e puntuale. Mi piace questo modo di confrontarsi. Esistono pensieri, storie di vita, sensibilità e ideali diversi. Nessuno va condannato, tutto va rispettato. Basterebbe forse solo insegnare il rispetto verso tutto e tutti e il mondo sarebbe migliore.  Grazie ancora e buona giornata!

    3. tacchialti94

      tacchialti94

      Buona giornata anche a te e alla prossima!

    4. ciribi72

      ciribi72

      concordo con "tacchialti", è giusto affrontare coi nostri figli anche argomenti delicati come questi...è meglio che vengano spiegati con consapevolezza da un genitore o da un insegnante.

      Sicuramente comprendere gli "altri", in tutte le sfaccettature che può avere il genere umano, è un modo per fornire loro un importante strumento di conoscenza del mondo e delle persone che ci circondano, insegnando in primis il rispetto di tutte le realtà.

  8. Adoro i giovani che hanno creatività... quelli che lottano per un ideale... quelli che hanno un obiettivo... e purtroppo vedo che ultimamente quella luce della passione si sta spegnendo.. lavoro con i giovani e giovanissimi e troppo spesso vedo un lasciarsi vivere e non un voler vivere.. forse abbiamo sbagliato noi adulti, forse la società, forse ora hanno tutto e subito, non so.. ma di una cosa sono estremamente sicura.. bisogna fare qualcosa per ridare ai giovani le speranze, i desideri, la voglia di credere ai propri sogni...

    1. gerbera0

      gerbera0

      concordo con la tua analisi...

  9. Grembiuli o divisa a scuola, alzarsi quando entra il professore, dare del lei ai docenti... sono estremamente favorevole!!!! Bisogna forse tornare un po' alle vecchie regole per poter andare avanti nel modo migliore.... 

    1. klaus55bs

      klaus55bs

      Sarebbe bello fosse così, ma la realtà purtroppo è diversa. Quelli tra i meno giovani, si ricordano di com'era una volta la scuola. Si aveva timore dei professori, ma allo stesso tempo c'era rispetto ed educazione. Dove sono finiti ???

    2. gerbera0

      gerbera0

      condivido; la scuola forma gli uomini e le donne del futuro, se li si educa al rispetto, la società tutta ne tratta sempre vantaggio...

      Ma è anche giusto che gli insegnanti non si pongano, come accadeva soprattutto una volta, solo come figure da temere, perchè nel mondo di oggi avere fiducia nei propri maestri e professori è importantissimo.

      Solo in questa condizione di equilibrio, gli insegnati potranno essere davvero una guida per i ragazzi.

      Un saluto!