• Donna
  • Salerno (SA)
  • Ultima Visita

Risposte agli aggiornamenti di stato pubblicati da pokemina76

  1. Pokemina!!! quando cambi foto profilo??

  2. Ciao Pokemina! Cos'hai mangiato in questi giorni di abbuffate? :D 

    1. pokemina76

      pokemina76

      Ciaoo... Facciamo prima a dire cosa nn ho mangiato 😂😂😂:S:S

      Spaghetti allo scoglio... 

      Baccalà fritto

      Frittura si calamari 

      Noci... Frutta... Dolci 

      Lasagna 

      Carne alla brace

      Salumi.... Mozzarella... 

    2. (Guarda 1 altra risposta questo aggiornamento di stato)

  3. I tuoi auguri di Natale sono B|:o aspetto gli auguri di Capodanno ;P Ciao Pokeminaaaaa!

    1. pokemina76

      pokemina76

      😂 😂 😂 

      Grazie... Can fa sempre la sua bella figura :x

    2. (Guarda 1 altra risposta questo aggiornamento di stato)

  4. Buon natale a tutti e scusate la mia poca presenza.... 

    download_1608845177574.thumb.jpg.6a7e8a3f0bb8849d6ca2cc8ebb647509.jpg

    2020-12-24-20-51-18-391.gif.b7b11c28d726c432d0cc45edce3a241b.gif

  5. Come sta procedendo la tua settimana? la mia stancantee

  6. Bellissimo il post contro la violenza sulle donne!

    1. pokemina76

      pokemina76

      Grazie mille ❤️

  7. ti dedico questa bellissima raccolta ascoltala!

    1. pokemina76

      pokemina76

      Wow che belle mia ascoltata

      Grazie ☺️

    2. (Guarda 1 altra risposta questo aggiornamento di stato)

  8. ti auguro una buona continuazione!!

  9. Per tutte le violenze consumate su di Lei, 
    per tutte le umiliazioni che ha subito, 
    per il suo corpo che avete sfruttato, 
    per la sua intelligenza che avete calpestato, 
    per l’ignoranza in cui l’avete lasciata, 
    per la libertà che le avete negato, 
    per la bocca che le avete tappato, 
    per le ali che le avete tagliato, 
    per tutto questo: in piedi Signori, davanti a una Donna!
    (William Shakespeare)

    #nonciavretemaicomevoletevoi

    #unrossoallaviolenza 

    #stopallaviolenzasulledonne 

    2020-11-24-23-14-59_1606256909375.thumb.jpg.2edff361dde774a7119af91d49d47180.jpgIMG_20201125_134921_655.thumb.jpg.0474ed7e5a28aef9f055ea3a116d7ae7.jpg

  10. Ciao ragazzi! Come va? Qui ci sono troppi cambiamenti io non capisco più niente hahahahaha 

  11. URUTAÚ L'UCCELLO FANTASMA

     

    Diffuso in Centro e Sud America, il suo canto malinconico e straziante è molto simile ad un lamento umano e raramente viene visto di giorno. Molte le leggende che circolano sul suo conto.

     

    Le persone spesso li uccidono perché dicono siano streghe o spiriti malvagi, portatori di sventure. A causa di ciò questa specie oggi è in pericolo di estinzione.

     

    FB_IMG_1605456316350.thumb.jpg.cd6fe2312c74f239e13e723525973f32.jpg

  12. come stai pokemina?=

    1. pokemina76

      pokemina76

      Mi fa piacere che stai bene

      Cerca di riposare... Il lavoro ti stanca.? .. Che lavoro dai? 

    2. (Guarda 3 altre risposte questo aggiornamento di stato)

  13. Ciao Pokeminaaaa! Come va? Ti auguro una buona giornata! 

  14. Hai mai provato la pizza con friarielli, salciccia e uovo?

  15. Questa per te!

    1. pokemina76

      pokemina76

      Che bella... Grazie 🤗

  16. IL DIAVOLO E IL TAMBURO

     

    Nel 1661 in Inghilterra nella città di Tedworth nel Wiltshire, ebbe luogo un fatto tanto interessante quanto agghiacciante, considerato da molti il primo poltergeist dell’era moderna.

     

    Si narra che John Mompesson, proprietario terriero locale, intentò una causa contro un batterista vagabondo senza licenza, tale William Drury, accusato di aver falsificato i documenti di identità e di aver raccolto denaro per false cause. 

     

    Drury riuscì a risolvere la sua posizione circa la veridicità dei documenti ma non quella legata alla raccolta di denaro, pertanto persa la causa, il tamburo fu sequestrato e consegnato, quale risarcimento, a Mompesson, il quale per i successivi 2 anni non trovò pace in casa.

     

    Da quel momento infatti, ogni notte, un rullio di tamburi veniva ascoltato per tutta la casa, specialmente nella stanza dei bambini dove il tambureggiamento sembrava più forte. 

     

    William Drury fu sospettato di disturbare la famiglia, ma lo stesso aveva lasciato Tedworth e scontava una condanna in un'altra città per il furto di un maiale. 

     

    Inoltre il rumore del tamburo non fu l’unico fenomeno a disturbare i Mompesson, infatti come testimoniarono alcuni cittadini, gli oggetti in casa si muovevano o volavano, le sedie come se spinte si spostavano per le stanze. 

     

    Tutti questi fenomeni portarono la famiglia a credere che una presenza diabolica infestasse la casa e che il Diavolo stesso suonasse il tamburo. 

     

    Inutile inoltre si rivelò l’intervento di un sacerdote e quando i Mompesson ormai disperati, si rassegnarono a convivere con la paura, i presunti fenomeni diabolici cessarono per sempre.

    FB_IMG_1604735963065.jpg.1ff6e042af464d93119b0288e6210881.jpg

    1. pokemina76

      pokemina76

      Si.. Queste storie mettono un po' di paura... Ma Sn affascinanti da leggere 

    2. (Guarda 6 altre risposte questo aggiornamento di stato)

  17. Ciao Pokemina! che fai di bello?

  18.  

    LA LEGGENDA DELLA STAZIONE DI SERVIZIO

    Era sera tardi e una ragazza, alla guida della propria auto, si stava portando a casa di amici che da poco si erano trasferiti in un paese nel quale non era mai stata prima. 

    Strada facendo notò che il carburante stava per finire e prima di restare completamente a secco, fortunatamente, si imbatté in una piccola e vecchia stazione di servizio, dove, appena vide il benzinaio uscire dalla fatiscente struttura, qualcosa in lei fece suonare un campanello d’allarme. 

    Non sapeva il perché, forse il luogo o forse quella persona, eppure sentiva di essere in pericolo, ma sapeva anche di non poter andare oltre visto che il carburante era quasi finito. 

    Il benzinaio in effetti mentre faceva rifornimento si comportava in modo strano, sembrava nervoso, guardava e riguardava nell’abitacolo per poi subito dopo alzare lo sguardo. 

    Quando ebbe finito si avvicinò alla portiera e dopo aver ricevuto una banconota da 20 dollari, esaminandola attentamente, disse che era falsa, invitando la ragazza a scendere dall’auto e seguirla nel suo ufficio in quanto avrebbe dovuto chiamare la polizia. 

    Dopo varie insistenze la convinse e appena entrati nell’ufficio chiuse subito la porta a chiave. La ragazza spaventata stava per urlare, ma prontamente l’uomo gli disse di stare tranquilla, che la banconota non era falsa ma l’aveva fatta uscire perché nell’auto, nascosto lungo il sedile posteriore, c’era un uomo con un'ascia. 

    Ovviamente chiamarono la polizia che arrivata sul posto e controllata l’auto non trovò nessuno, solo un bigliettino sul sedile posteriore che riportava la seguente dicitura: “Il destino vuole che tu viva. Buona Fortuna”.

    FB_IMG_1605738634654.jpg.172a71e8232cf2efaaba60e4d9f01882.jpg

  19. Ciao Pokemina! che fai di bello?

  20.  

    LA LEGGENDA DELLA STAZIONE DI SERVIZIO

    Era sera tardi e una ragazza, alla guida della propria auto, si stava portando a casa di amici che da poco si erano trasferiti in un paese nel quale non era mai stata prima. 

    Strada facendo notò che il carburante stava per finire e prima di restare completamente a secco, fortunatamente, si imbatté in una piccola e vecchia stazione di servizio, dove, appena vide il benzinaio uscire dalla fatiscente struttura, qualcosa in lei fece suonare un campanello d’allarme. 

    Non sapeva il perché, forse il luogo o forse quella persona, eppure sentiva di essere in pericolo, ma sapeva anche di non poter andare oltre visto che il carburante era quasi finito. 

    Il benzinaio in effetti mentre faceva rifornimento si comportava in modo strano, sembrava nervoso, guardava e riguardava nell’abitacolo per poi subito dopo alzare lo sguardo. 

    Quando ebbe finito si avvicinò alla portiera e dopo aver ricevuto una banconota da 20 dollari, esaminandola attentamente, disse che era falsa, invitando la ragazza a scendere dall’auto e seguirla nel suo ufficio in quanto avrebbe dovuto chiamare la polizia. 

    Dopo varie insistenze la convinse e appena entrati nell’ufficio chiuse subito la porta a chiave. La ragazza spaventata stava per urlare, ma prontamente l’uomo gli disse di stare tranquilla, che la banconota non era falsa ma l’aveva fatta uscire perché nell’auto, nascosto lungo il sedile posteriore, c’era un uomo con un'ascia. 

    Ovviamente chiamarono la polizia che arrivata sul posto e controllata l’auto non trovò nessuno, solo un bigliettino sul sedile posteriore che riportava la seguente dicitura: “Il destino vuole che tu viva. Buona Fortuna”.

    FB_IMG_1605738634654.jpg.172a71e8232cf2efaaba60e4d9f01882.jpg

  21. come stai pokemina?=

    1. pokemina76

      pokemina76

      Ciao un po' acciaccatella... Ma tt risolvibile... Te? 

    2. (Guarda 3 altre risposte questo aggiornamento di stato)

  22. Ho appena finito di fare una bella torta di mele!

  23. IL DIAVOLO E IL TAMBURO

     

    Nel 1661 in Inghilterra nella città di Tedworth nel Wiltshire, ebbe luogo un fatto tanto interessante quanto agghiacciante, considerato da molti il primo poltergeist dell’era moderna.

     

    Si narra che John Mompesson, proprietario terriero locale, intentò una causa contro un batterista vagabondo senza licenza, tale William Drury, accusato di aver falsificato i documenti di identità e di aver raccolto denaro per false cause. 

     

    Drury riuscì a risolvere la sua posizione circa la veridicità dei documenti ma non quella legata alla raccolta di denaro, pertanto persa la causa, il tamburo fu sequestrato e consegnato, quale risarcimento, a Mompesson, il quale per i successivi 2 anni non trovò pace in casa.

     

    Da quel momento infatti, ogni notte, un rullio di tamburi veniva ascoltato per tutta la casa, specialmente nella stanza dei bambini dove il tambureggiamento sembrava più forte. 

     

    William Drury fu sospettato di disturbare la famiglia, ma lo stesso aveva lasciato Tedworth e scontava una condanna in un'altra città per il furto di un maiale. 

     

    Inoltre il rumore del tamburo non fu l’unico fenomeno a disturbare i Mompesson, infatti come testimoniarono alcuni cittadini, gli oggetti in casa si muovevano o volavano, le sedie come se spinte si spostavano per le stanze. 

     

    Tutti questi fenomeni portarono la famiglia a credere che una presenza diabolica infestasse la casa e che il Diavolo stesso suonasse il tamburo. 

     

    Inutile inoltre si rivelò l’intervento di un sacerdote e quando i Mompesson ormai disperati, si rassegnarono a convivere con la paura, i presunti fenomeni diabolici cessarono per sempre.

    FB_IMG_1604735963065.jpg.1ff6e042af464d93119b0288e6210881.jpg

  24. URUTAÚ L'UCCELLO FANTASMA

     

    Diffuso in Centro e Sud America, il suo canto malinconico e straziante è molto simile ad un lamento umano e raramente viene visto di giorno. Molte le leggende che circolano sul suo conto.

     

    Le persone spesso li uccidono perché dicono siano streghe o spiriti malvagi, portatori di sventure. A causa di ciò questa specie oggi è in pericolo di estinzione.

     

    FB_IMG_1605456316350.thumb.jpg.cd6fe2312c74f239e13e723525973f32.jpg