• Uomo
  • 57 anni
  • Firenze (FI)
  • Ultima Visita

Su di me

  • Compleanno
    6 Febbraio
  • Situazione sentimentale
    Sposato/a
  • Altezza
    179 cm
  • Occhi
    Marroni
  • Capelli
    Brizzolati
  • Figli
    1 figlio
  • Segno Zodiacale
    Acquario

Mi piace un sacco

Sport Libri Cinema Musica Tv e Serie Tv Cucina Viaggi Running Calcetto Ballo Yoga Arte Moda Fotografia HI-Tech Natura e Animali Videogiochi

Visite recenti

2594 visite al Profilo

Chi seguo Vedi tutti

MyBlog

Crea gratis il tuo blog in Wordpress e guadagna con Google AdSense

Apri il tuo Blog

I miei Blog

    Gestisci blog

    Genio

    Ad ogni domanda una risposta.
    Cosa desideri sapere?

    Fai una domanda

    Le mie domande

    Le mie risposte

      Vedi tutto

      Forum

      Lancia il tuo Forum condividi informazioni idee e opinioni

      Apri forum

      Le mie discussioni

        I miei post

          Vedi tutto

          Siti

          Scegli il tema che preferisci,
          personalizzalo come vuoi e sei subito online!

          Crea il tuo sito gratis

          Il mio sito

            Singolo aggiornamento

            Visualizza tutti gli aggiornamenti di raffaello115

            1. Mi sembra di capire dal tuo profilo che sei un uomo che ha viaggiato molto. Quale viaggio (e perchè) è ad oggi quello che ti ha più caratterizzato?

              1. raffaello115

                raffaello115

                bella domanda!! Qualunque viaggio ha sempre qualcosa da insegnarti. Ma ancora di più s'impara dai soggiorni all'estero. Magari si può anche fare un viaggio esotico alle isole Fiji o a Cuba, ma se si soggiorna in un Club Mediterrané si faranno forse delle escursioni per visitare luoghi splendidi, ma poi non si può dire di aver conosciuto quei paesi. I viaggi che ti cambiano sono quelli che ti portano a vivere in un paese diverso, a prendere le abitudini di quel paese, a mangiare come loro, a lavorare in quel contesto, a pensare come loro... Per questo i viaggi che mi hanno cambiato sono quelli che mi hanno portato a vivere in un paese diverso. Nel mio caso è successo durante i miei soggiorni a Montreal (sei mesi), in Repubblica Dominicana (un anno), in Messico (due anni e mezzo) e adesso in Australia (sette anni, anche se inframezzati da diversi ritorni in Italia).

                Era l'ottobre del 1987, avevo 24 anni quando partii per il Canada. Mi fermai prima ad Amsterdam per due settimane, rimasi poi per sei mesi a Montréal e di lì, dopo un freddissimo inverno canadese, dove mi guadagnai da viverre vendendo i giornali in mezzo di strada a temperature polari, decisi che ne avevo abbastanza del freddo e mi trasferii a Santo Domingo e ci rimasi un anno. Quella è stata l'esperienza che mi ha cambiato. Quando ritornai a Firenze ero un'altra persona, molto più matura, molto più pronta per affrontare la vita. A quell'età, quando si è così giovani si è anche caratterialmente più plasmabili...

              2. tacchialti94

                tacchialti94

                Beh hai sicuramente un sacco di storie da raccontare! Potrebbe uscirne anche un buon romanzo secondo me!

              3. raffaello115

                raffaello115

                per essere sincero, tacchialti94, a volte ci ho pensato, ma ho pensato più a dei raccontini, narrazioni brevi, come quelle del mio blog... A volte nelle scrivere ho uno stile un po' prolisso che rischia di scadere nella pedanteria. Forse il formato del racconto mi si addice di più poiché mi obbliga a essere un po' più sintetico.