Attività di reputazione

  1. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da ciribi72 per l'aggiornamento : E arriva il tempo come un giardino, un parco immenso, straordinario, dove si va a leg   
    E arriva il tempo come un giardino, un parco immenso, straordinario, dove si va a leggere, a parlare, a innamorarsi, a progettare, a costruire nei discorsi e nelle libere relazioni le molteplici tracce e i rapidi abbozzi di possibili sentieri. L’intelligenza infinita della  natura e quella umana da poco risvegliata dialogano creativamente come mai, e il Dio passeggia lieto tra gli umani godendone i discorsi acerbi e generosi.

  2. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da ciribi72 per l'aggiornamento : Questo è l'Altrove. Dunque c'è in qualche dimensione parallela e vicina. Incredibile.   
    Questo è l'Altrove. Dunque c'è in qualche dimensione parallela e vicina.
    Incredibile. Non è possibile accettare a lungo un mondo a una sola dimensione.

  3. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da scompaiomatorno per l'aggiornamento : Quanta gioia in un albero fiorito! Un sogno, un pensiero invitante, quel respiro larg   
    Quanta gioia in un albero fiorito! Un sogno, un pensiero invitante, quel respiro largo, l’orizzonte che si estendo sconfinato.  Quella sottile intensa energia che tiene acceso il corpo e sveglia la mente.  Che saltella come un ragazzino curioso.  Un gioco che ti fa dimenticare l’ora dei pasti.
     

  4. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da tacchialti94 per l'aggiornamento : Consapevole dei pericoli della notte, Sherazade inventava storie avvincenti che chied   
    Consapevole dei pericoli della notte, Sherazade inventava storie avvincenti che chiedevano ancora un giorno per soddisfare la curiosità. 
    E anche noi facciamo in quel modo: raccontandoci storie avvincenti riusciamo a superare la notte e a desiderare un altro giorno.

  5. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da daliahnera per l'aggiornamento : Vivo nel Sogno, mentre i piedi camminano sulla terra. Vista da fuori faccio cose, mi   
    Vivo nel Sogno, mentre i piedi camminano sulla terra.

    Vista da fuori faccio cose, mi sposto e traffico. Ma la mia vita vera, consapevole e sognante, è in una dimensione interiore, in una sorta di film dell’anima. Un doppio del mondo di terra, congruo col mio desiderio di senso.

    Vedo di più di quello che mi consentono gli occhi. E i miei sentimenti, i pensieri, i progetti, hanno origine tutti in quello spazio mentale dove si svolge la gran parte della mia esistenza.

    Ma quel mondo si volatilizzerebbe se le mie mani non toccassero e le gambe non marciassero. Il mondo di terra è l’ancora che rende il sogno reale. È la parola fisica che dice il mondo mentale.

    In quel mondo mi immagino esploratrice dell’essere, tentata di "sistemarmi" ad ogni porto raggiunto e poi rimessa in cammino dall’inquietudine del nomade. Pirata più che turista.

    Ho l’impressione che la mia vita sia un aperitivo. E mi attira la prospettiva di un pasto completo. Quasi sempre gli antipasti bastano a saziarmi, cosicché non ho più capacità per il resto... Finché non si ricrea l’appetito.

    Mi piace essere feconda, come un albero che produce frutti perché è la sua natura e il suo piacere. E li lascio per strada a chi se ne voglia nutrire, mentre procedo. Non voglio essere trattenuta nemmeno dalle cose belle.

  6. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da ciribi72 per l'aggiornamento : Questo è l'Altrove. Dunque c'è in qualche dimensione parallela e vicina. Incredibile.   
    Questo è l'Altrove. Dunque c'è in qualche dimensione parallela e vicina.
    Incredibile. Non è possibile accettare a lungo un mondo a una sola dimensione.

  7. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da scompaiomatorno per l'aggiornamento : Quanta gioia in un albero fiorito! Un sogno, un pensiero invitante, quel respiro larg   
    Quanta gioia in un albero fiorito! Un sogno, un pensiero invitante, quel respiro largo, l’orizzonte che si estendo sconfinato.  Quella sottile intensa energia che tiene acceso il corpo e sveglia la mente.  Che saltella come un ragazzino curioso.  Un gioco che ti fa dimenticare l’ora dei pasti.
     

  8. Mi piace
    odessa1920 ha aggiunto una reazione a ciribi72 per l'aggiornamento : ciao odessa! ti abbraccio da lontano!   
    ciao odessa! ti abbraccio da lontano!
  9. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Un salto. Vincere la gravità per un istante.  Il potere di volare, iniziando con la f   
    Un salto. Vincere la gravità per un istante. 
    Il potere di volare, iniziando con la fantasia.
    L’immaginazione ci conferma che non siamo totalmente vincolati alla legge di gravità.

  10. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da daliahnera per l'aggiornamento : Vivo nel Sogno, mentre i piedi camminano sulla terra. Vista da fuori faccio cose, mi   
    Vivo nel Sogno, mentre i piedi camminano sulla terra.

    Vista da fuori faccio cose, mi sposto e traffico. Ma la mia vita vera, consapevole e sognante, è in una dimensione interiore, in una sorta di film dell’anima. Un doppio del mondo di terra, congruo col mio desiderio di senso.

    Vedo di più di quello che mi consentono gli occhi. E i miei sentimenti, i pensieri, i progetti, hanno origine tutti in quello spazio mentale dove si svolge la gran parte della mia esistenza.

    Ma quel mondo si volatilizzerebbe se le mie mani non toccassero e le gambe non marciassero. Il mondo di terra è l’ancora che rende il sogno reale. È la parola fisica che dice il mondo mentale.

    In quel mondo mi immagino esploratrice dell’essere, tentata di "sistemarmi" ad ogni porto raggiunto e poi rimessa in cammino dall’inquietudine del nomade. Pirata più che turista.

    Ho l’impressione che la mia vita sia un aperitivo. E mi attira la prospettiva di un pasto completo. Quasi sempre gli antipasti bastano a saziarmi, cosicché non ho più capacità per il resto... Finché non si ricrea l’appetito.

    Mi piace essere feconda, come un albero che produce frutti perché è la sua natura e il suo piacere. E li lascio per strada a chi se ne voglia nutrire, mentre procedo. Non voglio essere trattenuta nemmeno dalle cose belle.

  11. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da ciribi72 per l'aggiornamento : Questo è l'Altrove. Dunque c'è in qualche dimensione parallela e vicina. Incredibile.   
    Questo è l'Altrove. Dunque c'è in qualche dimensione parallela e vicina.
    Incredibile. Non è possibile accettare a lungo un mondo a una sola dimensione.

  12. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Il Genius loci I luoghi sono importanti per pensare e per diventare. I luoghi ti plas   
    Il Genius loci
    I luoghi sono importanti per pensare e per diventare. I luoghi ti plasmano. Il prato dove vai a leggere e a raccogliere pensieri e le idee che ti sono saltate addosso durante la passeggiata. Oppure il tuo studio, con le finestre aperte. Il tuo studio dopo che hai fatto le pulizie. Dopo che hai tolto la polvere dietro i libri: quei batuffoli sconci che si aggrumano forse per le forze elettrostatiche. Questo luogo che ha tanti colori, una pianta e un paio di quadri alle pareti. Con il verso dei colombi proprio lì sopra. Ma anche l’area ristoro dell’Ikea, prima dell’ora pasti. Su quei tavoli vicino alla vetrata che dà sul parcheggio. O perché no? A un tavolo in uno dei ristori del centro commerciale, mentre la gente ti passa a fianco. Questa enorme fiumana di consumatori allettati dalle vetrine, o richiamati dai colori dell’area frutta e verdura.  I luoghi contribuiscono fortemente a modellare i nostri pensieri, come ci sentiamo e le idee che ci vengono in relazione alla nostra storia personale. Al nostro futuro.

  13. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Un salto. Vincere la gravità per un istante.  Il potere di volare, iniziando con la f   
    Un salto. Vincere la gravità per un istante. 
    Il potere di volare, iniziando con la fantasia.
    L’immaginazione ci conferma che non siamo totalmente vincolati alla legge di gravità.

  14. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da daliahnera per l'aggiornamento : Vivo nel Sogno, mentre i piedi camminano sulla terra. Vista da fuori faccio cose, mi   
    Vivo nel Sogno, mentre i piedi camminano sulla terra.

    Vista da fuori faccio cose, mi sposto e traffico. Ma la mia vita vera, consapevole e sognante, è in una dimensione interiore, in una sorta di film dell’anima. Un doppio del mondo di terra, congruo col mio desiderio di senso.

    Vedo di più di quello che mi consentono gli occhi. E i miei sentimenti, i pensieri, i progetti, hanno origine tutti in quello spazio mentale dove si svolge la gran parte della mia esistenza.

    Ma quel mondo si volatilizzerebbe se le mie mani non toccassero e le gambe non marciassero. Il mondo di terra è l’ancora che rende il sogno reale. È la parola fisica che dice il mondo mentale.

    In quel mondo mi immagino esploratrice dell’essere, tentata di "sistemarmi" ad ogni porto raggiunto e poi rimessa in cammino dall’inquietudine del nomade. Pirata più che turista.

    Ho l’impressione che la mia vita sia un aperitivo. E mi attira la prospettiva di un pasto completo. Quasi sempre gli antipasti bastano a saziarmi, cosicché non ho più capacità per il resto... Finché non si ricrea l’appetito.

    Mi piace essere feconda, come un albero che produce frutti perché è la sua natura e il suo piacere. E li lascio per strada a chi se ne voglia nutrire, mentre procedo. Non voglio essere trattenuta nemmeno dalle cose belle.

  15. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Il Genius loci I luoghi sono importanti per pensare e per diventare. I luoghi ti plas   
    Il Genius loci
    I luoghi sono importanti per pensare e per diventare. I luoghi ti plasmano. Il prato dove vai a leggere e a raccogliere pensieri e le idee che ti sono saltate addosso durante la passeggiata. Oppure il tuo studio, con le finestre aperte. Il tuo studio dopo che hai fatto le pulizie. Dopo che hai tolto la polvere dietro i libri: quei batuffoli sconci che si aggrumano forse per le forze elettrostatiche. Questo luogo che ha tanti colori, una pianta e un paio di quadri alle pareti. Con il verso dei colombi proprio lì sopra. Ma anche l’area ristoro dell’Ikea, prima dell’ora pasti. Su quei tavoli vicino alla vetrata che dà sul parcheggio. O perché no? A un tavolo in uno dei ristori del centro commerciale, mentre la gente ti passa a fianco. Questa enorme fiumana di consumatori allettati dalle vetrine, o richiamati dai colori dell’area frutta e verdura.  I luoghi contribuiscono fortemente a modellare i nostri pensieri, come ci sentiamo e le idee che ci vengono in relazione alla nostra storia personale. Al nostro futuro.

  16. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Un salto. Vincere la gravità per un istante.  Il potere di volare, iniziando con la f   
    Un salto. Vincere la gravità per un istante. 
    Il potere di volare, iniziando con la fantasia.
    L’immaginazione ci conferma che non siamo totalmente vincolati alla legge di gravità.

  17. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da daliahnera per l'aggiornamento : Vivo nel Sogno, mentre i piedi camminano sulla terra. Vista da fuori faccio cose, mi   
    Vivo nel Sogno, mentre i piedi camminano sulla terra.

    Vista da fuori faccio cose, mi sposto e traffico. Ma la mia vita vera, consapevole e sognante, è in una dimensione interiore, in una sorta di film dell’anima. Un doppio del mondo di terra, congruo col mio desiderio di senso.

    Vedo di più di quello che mi consentono gli occhi. E i miei sentimenti, i pensieri, i progetti, hanno origine tutti in quello spazio mentale dove si svolge la gran parte della mia esistenza.

    Ma quel mondo si volatilizzerebbe se le mie mani non toccassero e le gambe non marciassero. Il mondo di terra è l’ancora che rende il sogno reale. È la parola fisica che dice il mondo mentale.

    In quel mondo mi immagino esploratrice dell’essere, tentata di "sistemarmi" ad ogni porto raggiunto e poi rimessa in cammino dall’inquietudine del nomade. Pirata più che turista.

    Ho l’impressione che la mia vita sia un aperitivo. E mi attira la prospettiva di un pasto completo. Quasi sempre gli antipasti bastano a saziarmi, cosicché non ho più capacità per il resto... Finché non si ricrea l’appetito.

    Mi piace essere feconda, come un albero che produce frutti perché è la sua natura e il suo piacere. E li lascio per strada a chi se ne voglia nutrire, mentre procedo. Non voglio essere trattenuta nemmeno dalle cose belle.

  18. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da valenvintage per l'aggiornamento : Corteggio la Bellezza fin dal risveglio. 
Ne inspiro il profumo a fondo.
 Ne regalo a   
    Corteggio la Bellezza fin dal risveglio.
    
Ne inspiro il profumo a fondo.

    Ne regalo a piene mani.

  19. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Il Genius loci I luoghi sono importanti per pensare e per diventare. I luoghi ti plas   
    Il Genius loci
    I luoghi sono importanti per pensare e per diventare. I luoghi ti plasmano. Il prato dove vai a leggere e a raccogliere pensieri e le idee che ti sono saltate addosso durante la passeggiata. Oppure il tuo studio, con le finestre aperte. Il tuo studio dopo che hai fatto le pulizie. Dopo che hai tolto la polvere dietro i libri: quei batuffoli sconci che si aggrumano forse per le forze elettrostatiche. Questo luogo che ha tanti colori, una pianta e un paio di quadri alle pareti. Con il verso dei colombi proprio lì sopra. Ma anche l’area ristoro dell’Ikea, prima dell’ora pasti. Su quei tavoli vicino alla vetrata che dà sul parcheggio. O perché no? A un tavolo in uno dei ristori del centro commerciale, mentre la gente ti passa a fianco. Questa enorme fiumana di consumatori allettati dalle vetrine, o richiamati dai colori dell’area frutta e verdura.  I luoghi contribuiscono fortemente a modellare i nostri pensieri, come ci sentiamo e le idee che ci vengono in relazione alla nostra storia personale. Al nostro futuro.

  20. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da theoldandthesea per l'aggiornamento : Un salto. Vincere la gravità per un istante.  Il potere di volare, iniziando con la f   
    Un salto. Vincere la gravità per un istante. 
    Il potere di volare, iniziando con la fantasia.
    L’immaginazione ci conferma che non siamo totalmente vincolati alla legge di gravità.

  21. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da valenvintage per l'aggiornamento : Con chi parlo quando parlo da sola? Forse la vita è una persona.
 Se taccio e ascolto   
    Con chi parlo quando parlo da sola?
    Forse la vita è una persona.

    Se taccio e ascolto, mi sembra di sentirla.

  22. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da valenvintage per l'aggiornamento : Quasi odore Settembre. Mese obliquo. Giorni obliqui. Ore oblique. Minuti obliqui. Se   
    Quasi odore
    Settembre. Mese obliquo. Giorni obliqui. Ore oblique. Minuti obliqui. Settembre è un piano inclinato. Dopo agosto – “il mese più freddo dell’anno” – una infinita, piatta, uniforme, gialla e sabbiosa landa desolata, a settembre tutto lievemente si inclina e tutto discende, tutto si dipana, si srotola, si slaccia: i raggi del sole, le ore di luce, le ombre, la temperatura, la pioggia, le foglie, i sapori, gli odori…
     
    E le nuvole si abbassano, quasi come per cercare un contatto dopo essere state via per tanto tempo, sembra che dicano: ehi, siamo tornate! Guarda un po’ su! Le nuvole prendono forma, il cielo si popola, si anima… assumono le sembianze più strane, non si confondono, delineano i propri contorni, la propria personalità, sbuffano, si gonfiano, ma solo per chi le sa guardare.
     
    Ed io, giù giù, in basso, annuso l’aria e la terra, coloro gli odori come un cane con il naso al vento, cerco di usare l’olfatto, un senso quasi atrofizzato nell’uomo, forse proprio perché racchiude la nostra parte istintiva, utilizzato prevalentemente in due attività, che poi, non a caso, sono le più primordiali: mangiare e copulare.
     
    Ed poi ancora io, ancora più in basso, annuso te, a settembre, tu che assomigli un po’ a settembre, dopo il sole a picco e le spiagge affollate e le stelle cadenti e il sale sulla pelle e le docce fredde, selvatico e famelico, pudico ed insicuro procedi a scatti, ti acquatti, strisci, pronto ad afferrare, a mordere, e poi a fuggire, quasi senza lasciare scampo, quasi senza lasciare il tempo.
     
    Il tuo naso-rettile striscia e sguscia sulla mia pelle, sul mio petto, sulla mia schiena, mi annusi come in cerca di qualcosa, forse dell’odore perfetto, di un odore che si agganci al tuo, o forse di una sinergia di odori, di un odore ineluttabile, un odore che non sia né il mio, né il tuo, bensì qualcosa di sconosciuto alle tue narici ed alle mie, sconosciuto e familiare, un odore dove fuggire, nasconderti, ricominciare, rifugiarti, dove coprirti, un odore del tuo settembre.
     

  23. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da valenvintage per l'aggiornamento : I poeti hanno una spiccata tendenza a volare, a partire per un altrove…
Ma sanno che   
    I poeti hanno una spiccata tendenza a volare, a partire per un altrove…
Ma sanno che non possono staccarsi troppo da terra: diventerebbero solo aria. Quindi tengono i piedi a terra e si allungano, si protendono… 
    Alla fine dei conti stanno cercando di sollevare la terra stessa – attaccata ai loro piedi – un po’ più su!

  24. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da valenvintage per l'aggiornamento : Nel cuore del bosco mi venne in mente qualcosa che avevo letto sulla dendrocronologia   
    Nel cuore del bosco mi venne in mente qualcosa che avevo letto sulla dendrocronologia. 
So, come sanno tutti, che gli anelli concentrici del tronco degli alberi indicano l’età della pianta. Mi pare che il primo a intuirlo fu Leonardo, il solito genio. 
 Ogni tanto leggo le cose di Tiziano Fratus che va alla ricerca degli alberi monumentali. La loro età è sbalorditiva. So di un Pinus Longaeva del Nevada, tagliato nel 1964 alla veneranda età di quasi 5.000 anni. E di un abete rosso scoperto in Svezia che dall’alto dei suoi 9.550 anni è il decano della vita sulla terra. È la stessa età della civiltà umana se si pensa che l’inizio dell’agricoltura viene fatta risalire a circa 10.000 anni fa. 
 Nel cuore del bosco mi guardo attorno immaginando che da qualche parte ci sia uno di questi vegliardi. Mi sorprende il loro silenzio sulle cose che hanno potuto osservare. Forse un giorno, con altre tecniche, potremo farli raccontare.  
E penso a quanto corta appare al confronto la mia esistenza.
    Bisogna che recuperi in intensità quello che perdo in longevità!    
  25. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da valenvintage per l'aggiornamento : Corteggio la Bellezza fin dal risveglio. 
Ne inspiro il profumo a fondo.
 Ne regalo a   
    Corteggio la Bellezza fin dal risveglio.
    
Ne inspiro il profumo a fondo.

    Ne regalo a piene mani.