Attività di reputazione

  1. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da raffaello115 per l'aggiornamento : Ma dove cavolo credi di andare se sei sempre così negativo?
 Ma guardati. Hai due man   
    Ma dove cavolo credi di andare se sei sempre così negativo?
 Ma guardati. Hai due mani e due piedi, hai due occhi che possono ammirare la vita, e scommetto che hai quelle due o tre doti particolari che ti consentono di fare meglio d’altri alcune cose. E stai lì ad inchiodarti perché lui ti ha lasciato, o perché si devono fare i curricula in formato europeo? O perché il mercato del lavoro non ti offre più posti fissi e garantiti?

    Dai, mettiti con i piedi all’aria, di schiena, tu hai un tuo sogno, tiralo fuori. È la tua bussola. Poi smettila di compatirti, usa le tue risorse e provaci. Di fame è difficile che tu muoia – ma se anche fosse? Hai la tua bella avventura da vivere. Troverai sempre un modo per avere energie nel corpo e nell’anima. A volte basta poco, camminare, dormire, mangiare in modo adeguato… Insomma quelle cose che vengono da sole se ti prendi cura di te. E butta dalla finestra quest’abitudine a fare bilanci negativi.

  2. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da raffaello115 per l'aggiornamento : Ma dove cavolo credi di andare se sei sempre così negativo?
 Ma guardati. Hai due man   
    Ma dove cavolo credi di andare se sei sempre così negativo?
 Ma guardati. Hai due mani e due piedi, hai due occhi che possono ammirare la vita, e scommetto che hai quelle due o tre doti particolari che ti consentono di fare meglio d’altri alcune cose. E stai lì ad inchiodarti perché lui ti ha lasciato, o perché si devono fare i curricula in formato europeo? O perché il mercato del lavoro non ti offre più posti fissi e garantiti?

    Dai, mettiti con i piedi all’aria, di schiena, tu hai un tuo sogno, tiralo fuori. È la tua bussola. Poi smettila di compatirti, usa le tue risorse e provaci. Di fame è difficile che tu muoia – ma se anche fosse? Hai la tua bella avventura da vivere. Troverai sempre un modo per avere energie nel corpo e nell’anima. A volte basta poco, camminare, dormire, mangiare in modo adeguato… Insomma quelle cose che vengono da sole se ti prendi cura di te. E butta dalla finestra quest’abitudine a fare bilanci negativi.

  3. Fantastico!
    odessa1920 ha aggiunto una reazione a ciribi72 per l'aggiornamento : odessa sei sempre la migliore!!!   
    odessa sei sempre la migliore!!!
  4. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da fashionista0 per l'aggiornamento :     
     
  5. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da fashionista0 per l'aggiornamento : E quello che resta nascosto?
 Ciò di cui non si parla, ma che si muove da solo nei no   
    E quello che resta nascosto?

    Ciò di cui non si parla, ma che si muove da solo nei nostri discorsi?

    Non credi che meriti di venire alla luce?

  6. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da ciribi72 per l'aggiornamento : La navicella rossa 
un giorno benedetto 
 si diede una mossa 
e uscì da sotto il tett   
    La navicella rossa
    
un giorno benedetto 

    si diede una mossa
    
e uscì da sotto il tetto.  
    
Lieve era la brezza 
    
e dispiegò la vela, 
    
come una carezza 

    sulla sua rossa tela. 

    S’avventurò nel mare 

    con gran trepidazione 

    sperando di trovare 
    
la sua soddisfazione. 
    Giallo nel cielo il sole, 

    vinaccia intensa il mare,

    la navicella ondeggia 

    e sogna di volare. 

    Col vento e con i remi 
    
procede nel futuro 

    e allora perché tremi? 

    Non c’è davanti un muro
     
che possa ostacolare 

    l’istinto esploratore. 

    Ti basti di ascoltare 
    
il canto dell’amore.

  7. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da nuncepenza6 per l'aggiornamento : Oggi le conversioni – a mio parere – sono molto attuali.
La gente sente che deve camb   
    Oggi le conversioni – a mio parere – sono molto attuali.
La gente sente che deve cambiare. Molti sentono l’urgenza di un cambiamento. C’è un’inquietudine serpeggiante nel nostro mondo di benessere e opulenza. Come se il male più diffuso fosse una sorta di vita senza senso. In cui si è portati dalle cose, dalle mode, dalla pubblicità, dalle opinioni più diffuse. Si mangia tanto, si possiedono molte cose, si va in vacanze che solo i re di un tempo si potevano permettere, ma…
    Come se l’io si fosse smarrito. O avesse smarrito quella consistenza che consente di riconoscersi senza esitazione. E la conversione consisterebbe, in prima istanza, nel diventare un io per davvero. Nel diventare, come dicono alcuni guru, padroni del proprio destino.

  8. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da fashionista0 per l'aggiornamento :     
     
  9. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da fashionista0 per l'aggiornamento : E quello che resta nascosto?
 Ciò di cui non si parla, ma che si muove da solo nei no   
    E quello che resta nascosto?

    Ciò di cui non si parla, ma che si muove da solo nei nostri discorsi?

    Non credi che meriti di venire alla luce?

  10. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da nuncepenza6 per l'aggiornamento : Oggi le conversioni – a mio parere – sono molto attuali.
La gente sente che deve camb   
    Oggi le conversioni – a mio parere – sono molto attuali.
La gente sente che deve cambiare. Molti sentono l’urgenza di un cambiamento. C’è un’inquietudine serpeggiante nel nostro mondo di benessere e opulenza. Come se il male più diffuso fosse una sorta di vita senza senso. In cui si è portati dalle cose, dalle mode, dalla pubblicità, dalle opinioni più diffuse. Si mangia tanto, si possiedono molte cose, si va in vacanze che solo i re di un tempo si potevano permettere, ma…
    Come se l’io si fosse smarrito. O avesse smarrito quella consistenza che consente di riconoscersi senza esitazione. E la conversione consisterebbe, in prima istanza, nel diventare un io per davvero. Nel diventare, come dicono alcuni guru, padroni del proprio destino.

  11. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da fashionista0 per l'aggiornamento :     
     
  12. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da fashionista0 per l'aggiornamento : E quello che resta nascosto?
 Ciò di cui non si parla, ma che si muove da solo nei no   
    E quello che resta nascosto?

    Ciò di cui non si parla, ma che si muove da solo nei nostri discorsi?

    Non credi che meriti di venire alla luce?

  13. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da altomororicco per l'aggiornamento : Forse quest’universo immenso, dove la luce delle stelle ci mette milioni di anni luce   
    Forse quest’universo immenso, dove la luce delle stelle ci mette milioni di anni luce a trovare i nostri occhi, è semplicemente lo spazio che un giorno visiteremo, spostandoci da una galassia all’altra. Forse è là il nostro destino. 

Pensavo questo mentre mi spostavo verso il lago, per riflettere un po’ all’aperto. 
    

Ognuno di noi da piccolo viveva in un mondo molto stretto, e pensava con categorie il cui presupposto era che quel piccolo mondo fosse tutto il mondo. 

Questa è la storia della civiltà umana e della cultura. Della scienza, del sapere e della consapevolezza. Per un certo lasso di tempo si pensa che quello che abbiamo visto sia tutto il mondo e ci si concentra sulla cura dell’esistente. Ma poi succede qualcosa, un incontro, un viaggio, un evento, che ci apre l’orizzonte e ci fa scoprire che il mondo umano è più vasto e il pensiero cerca di adeguarsi alla nuova dimensione. 

Succede anche che quando il mondo si allarga davanti ai nostri occhi i vecchi problemi perdono la loro drammaticità, vengono ridimensionati e le energie si focalizzano più su dove andare che sui litigi di come stare qui. 

Spesso un modo di evitare che i nostri scontri diventino cronici è di guardare più avanti, là dove si allargheranno i confini di casa nel futuro. 
    La Terra è bellissima e merita tutta l’ammirazione e l’amore. Ma forse non è la casa in cui dobbiamo rimanere per sempre…

  14. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da tacchialti94 per l'aggiornamento : Di nuovo sulla strada. Cammino adagio ma le mie gambe vogliono ancora andare. Il mond   
    Di nuovo sulla strada. Cammino adagio ma le mie gambe vogliono ancora andare. Il mondo è grande e invitante. Vedere, sentire, gustare e conoscere. Man mano che il mondo entra dentro di me il mio nucleo si allarga, il respiro si allarga, lo sguardo si allarga. L'ignoranza non mi fa paura, la capacità di ammirare si sviluppa. Sono invasa e stordita dalla bellezza. Affamata di senso. Inquieta per amore. Felice e terribilmente inappagata. Mancanza e pienezza dentro di me sono strette in una danza vorticosa. 
    Il piacere è spesso doloroso.

  15. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da nuncepenza6 per l'aggiornamento : Oggi le conversioni – a mio parere – sono molto attuali.
La gente sente che deve camb   
    Oggi le conversioni – a mio parere – sono molto attuali.
La gente sente che deve cambiare. Molti sentono l’urgenza di un cambiamento. C’è un’inquietudine serpeggiante nel nostro mondo di benessere e opulenza. Come se il male più diffuso fosse una sorta di vita senza senso. In cui si è portati dalle cose, dalle mode, dalla pubblicità, dalle opinioni più diffuse. Si mangia tanto, si possiedono molte cose, si va in vacanze che solo i re di un tempo si potevano permettere, ma…
    Come se l’io si fosse smarrito. O avesse smarrito quella consistenza che consente di riconoscersi senza esitazione. E la conversione consisterebbe, in prima istanza, nel diventare un io per davvero. Nel diventare, come dicono alcuni guru, padroni del proprio destino.

  16. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da altomororicco per l'aggiornamento : E mi domando: E se il cosiddetto “realismo” ci avesse sottratto dal nostro vero mondo   
    E mi domando: E se il cosiddetto “realismo” ci avesse sottratto dal nostro vero mondo? Se il cosiddetto “realismo” fosse una sorta di incantesimo che ci chiude gli occhi e imprigiona l’immenso potere della nostra fantasia?

  17. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da altomororicco per l'aggiornamento : Forse quest’universo immenso, dove la luce delle stelle ci mette milioni di anni luce   
    Forse quest’universo immenso, dove la luce delle stelle ci mette milioni di anni luce a trovare i nostri occhi, è semplicemente lo spazio che un giorno visiteremo, spostandoci da una galassia all’altra. Forse è là il nostro destino. 

Pensavo questo mentre mi spostavo verso il lago, per riflettere un po’ all’aperto. 
    

Ognuno di noi da piccolo viveva in un mondo molto stretto, e pensava con categorie il cui presupposto era che quel piccolo mondo fosse tutto il mondo. 

Questa è la storia della civiltà umana e della cultura. Della scienza, del sapere e della consapevolezza. Per un certo lasso di tempo si pensa che quello che abbiamo visto sia tutto il mondo e ci si concentra sulla cura dell’esistente. Ma poi succede qualcosa, un incontro, un viaggio, un evento, che ci apre l’orizzonte e ci fa scoprire che il mondo umano è più vasto e il pensiero cerca di adeguarsi alla nuova dimensione. 

Succede anche che quando il mondo si allarga davanti ai nostri occhi i vecchi problemi perdono la loro drammaticità, vengono ridimensionati e le energie si focalizzano più su dove andare che sui litigi di come stare qui. 

Spesso un modo di evitare che i nostri scontri diventino cronici è di guardare più avanti, là dove si allargheranno i confini di casa nel futuro. 
    La Terra è bellissima e merita tutta l’ammirazione e l’amore. Ma forse non è la casa in cui dobbiamo rimanere per sempre…

  18. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da tacchialti94 per l'aggiornamento : Di nuovo sulla strada. Cammino adagio ma le mie gambe vogliono ancora andare. Il mond   
    Di nuovo sulla strada. Cammino adagio ma le mie gambe vogliono ancora andare. Il mondo è grande e invitante. Vedere, sentire, gustare e conoscere. Man mano che il mondo entra dentro di me il mio nucleo si allarga, il respiro si allarga, lo sguardo si allarga. L'ignoranza non mi fa paura, la capacità di ammirare si sviluppa. Sono invasa e stordita dalla bellezza. Affamata di senso. Inquieta per amore. Felice e terribilmente inappagata. Mancanza e pienezza dentro di me sono strette in una danza vorticosa. 
    Il piacere è spesso doloroso.

  19. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da altomororicco per l'aggiornamento : Amo gli arbusti di ginestra. Trovo in essi una vitalità selvaggia, capace di resister   
    Amo gli arbusti di ginestra. Trovo in essi una vitalità selvaggia, capace di resistere ad ogni assalto del meteo, degli animali, degli umani.
    Capace di rinascere dopo ogni insulto e di affermarsi sul territorio con la ruvida, splendente, creatività delle loro forme.
    Amo il loro carattere anarchico, insofferente dei giardini e delle serre. Barbari amanti della vita nomade, che si attrezzano per adattarsi dovunque.
    C’è in essi un’innocenza primitiva che commuove e nutre la speranza che la vita proceda comunque, togliendo alla morte la pretesa di essere la parola finale.

  20. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da altomororicco per l'aggiornamento : E mi domando: E se il cosiddetto “realismo” ci avesse sottratto dal nostro vero mondo   
    E mi domando: E se il cosiddetto “realismo” ci avesse sottratto dal nostro vero mondo? Se il cosiddetto “realismo” fosse una sorta di incantesimo che ci chiude gli occhi e imprigiona l’immenso potere della nostra fantasia?

  21. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da altomororicco per l'aggiornamento : Forse quest’universo immenso, dove la luce delle stelle ci mette milioni di anni luce   
    Forse quest’universo immenso, dove la luce delle stelle ci mette milioni di anni luce a trovare i nostri occhi, è semplicemente lo spazio che un giorno visiteremo, spostandoci da una galassia all’altra. Forse è là il nostro destino. 

Pensavo questo mentre mi spostavo verso il lago, per riflettere un po’ all’aperto. 
    

Ognuno di noi da piccolo viveva in un mondo molto stretto, e pensava con categorie il cui presupposto era che quel piccolo mondo fosse tutto il mondo. 

Questa è la storia della civiltà umana e della cultura. Della scienza, del sapere e della consapevolezza. Per un certo lasso di tempo si pensa che quello che abbiamo visto sia tutto il mondo e ci si concentra sulla cura dell’esistente. Ma poi succede qualcosa, un incontro, un viaggio, un evento, che ci apre l’orizzonte e ci fa scoprire che il mondo umano è più vasto e il pensiero cerca di adeguarsi alla nuova dimensione. 

Succede anche che quando il mondo si allarga davanti ai nostri occhi i vecchi problemi perdono la loro drammaticità, vengono ridimensionati e le energie si focalizzano più su dove andare che sui litigi di come stare qui. 

Spesso un modo di evitare che i nostri scontri diventino cronici è di guardare più avanti, là dove si allargheranno i confini di casa nel futuro. 
    La Terra è bellissima e merita tutta l’ammirazione e l’amore. Ma forse non è la casa in cui dobbiamo rimanere per sempre…

  22. Mi piace
    odessa1920 ha aggiunto una reazione a tacchialti94 per l'aggiornamento : Ciao ODessa!!! tutto bene vero?   
    Ciao ODessa!!! tutto bene vero?
  23. Fantastico!
    odessa1920 ha aggiunto una reazione a fashionista0 per l'aggiornamento : ogn settimana ci vizzi con queste bellissime foto   
    ogn settimana ci vizzi con queste bellissime foto
  24. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da fashionista0 per l'aggiornamento : Crebbero all'ombra delle nuvole nostalgici di sole.   
    Crebbero all'ombra delle nuvole nostalgici di sole.

  25. Mi piace
    odessa1920 ha ricevuto una reazione da fashionista0 per l'aggiornamento : A otto anni io giocavo tutto il giorno. Qualsiasi cosa facessi era gioco. Immaginavo   
    A otto anni io giocavo tutto il giorno. Qualsiasi cosa facessi era gioco. Immaginavo tutto quello che veniva da immaginare e tutto diventava altro. Un altro meraviglioso.

    Meraviglioso soprattutto ora, che per giocare devo fare un certo sforzo. Meraviglioso perché ora vedo un albero e allora era una foresta sospesa tra paludi e cielo.

    Ora io vedo una casa e mi ci vuole un certo sforzo per vedervi una nave, che viaggia nell’Oceano dell’Essere, alla ricerca del tesoro, eccitata da questa avventura.

    Eppure, in un certo senso, sto ritornando a quello che facevo allora. Sto ritornando al gioco. Ho smesso di prendere così sul serio queste vicende umane. Abbandono volentieri i ragionamenti responsabili, consequenziali, che chiedono ad ogni passo una conferma oggettiva.
    Dove ci si perde? Dove ci si ritrova?
    Io mi ritrovo pienamente nel gioco, noncurante di tutti i richiami seri del mondo. E nasce un altro mondo. Migliore di quello che ci raccontano tutti i giorni.