• Donna
  • Verona (VR)
  • Ultima Visita

Su di me

  • Compleanno
    12 marzo
  • Situazione sentimentale
    Single
  • Altezza
    168 cm
  • Occhi
    Marroni
  • Capelli
    Castano scuro
  • Figli
    1 figlio
  • Segno Zodiacale
    Pesci

Mi piace un sacco

Sport Libri Cinema Musica Tv e Serie Tv Cucina Viaggi Running Calcetto Ballo Yoga Arte Moda Fotografia HI-Tech Natura e Animali Videogiochi

Visite recenti

20129 visite al Profilo

Chi seguo Vedi tutti

MyBlog

Crea gratis il tuo blog in Wordpress e guadagna con Google AdSense

Apri il tuo Blog

I miei Blog

    Gestisci blog

    Genio

    Ad ogni domanda una risposta.
    Cosa desideri sapere?

    Fai una domanda

    Le mie domande

    Le mie risposte

      Vedi tutto

      Forum

      Lancia il tuo Forum condividi informazioni idee e opinioni

      Apri forum

      Le mie discussioni

        I miei post

          Vedi tutto

          Siti

          Scegli il tema che preferisci,
          personalizzalo come vuoi e sei subito online!

          Crea il tuo sito gratis

          Il mio sito

            Singolo aggiornamento

            Visualizza tutti gli aggiornamenti di odessa1920

            1. Nelle nostre storie c'è sempre un castello. 
              Da conquistare o da cui fuggire. 
              O un luogo in cui progettare imprese.

               

              Il mio castello è per i sogni dei bambini, 
              per le avventure coraggiose dei piccoli eroi delle fiabe, 
              passaggio segreto per le scorribande della fantasia.

              IMG_5765.JPG

              1. Visualizza i commenti precedenti  altro %s
              2. odessa1920

                odessa1920

                Magnifico avere un proprio castello.

              3. hocuradite

                hocuradite

                Mmmm .... Odessa Odessa ... fai la brava!

              4. hocuradite

                hocuradite

                Il mio castello, almeno quello sognato, è quello della tana  dell'Aquila dove l'eroe stanco si riposa e si separa dal brusio della gente che comunque ama. Quello reale è il rifugio del gatto dove separarsi dall'incomprensione, avidità  e rifiuto della gente.
                Il castello è per me un'immobile fortezza perciò è altrove il luogo mentale e fisico dell'avventura, dove perdersi e ritrovarsi. Non mancano mai perciò nel suo ventre  i luoghi più ameni, gotici ed esotici:  le segrete, i labirinti e i sotterranei dove perdersi, cercare le proprie follie, la propria anima  e i segreti inconfessabili. È anche il luogo da dove fuggire nella notte per salvarsi la vita quando il castello viene assediato.