• Uomo
  • 50 anni
  • Roma (RM)
  • Ultima Visita

    Più di un mese fa

Aggiornamenti di stato pubblicati da kirkfloyd

  1. Sostituzione presa bipasso

    La nuova serie civile Bticino Living Now è caratterizzata da un ottimo design e un ottima facilità di installazione. Ma anche dal punto di vista tecnologico questa serie ci offre un ampia gamma di accessori. Utilizzando questi accessori potremo realizzare un impianto elettrico connesso con il mondo esterno. Queste caratteristiche ci permettono con estrema facilità di cambiare una presa bipasso. In questo modo possiamo aggiornare gli impianti già esistenti con la nuova serie Living Now. Mentre per quanto riguarda i nuovi impianti elettrici, questa serie civile ci consente di semplificare il montaggio delle prese bipasso e degli interruttori.

    Leggi tutto

    1. ecli72ssi

      ecli72ssi

      certo che usare questa community per vendere impianti significa che non si è capito bene come funziona :P

  2. Gestore elettrico

    Nel corso dei miei interventi mi è capitato di essere interpellato rispetto alla scelta del gestore dell’energia. Questa scelta è fondamentale se si vuole ottenere un risparmio sicuro sulle nostre bollette. L’impianto a norma rimane sempre prioritario ma anche il fornitore dell’energia ha la sua importanza. In particolar modo il gestore assume un ruolo rilevante per i miei Clienti che per loro necessità utilizzano un numero maggiore di kw. Posso portare ad esempio quegli utilizzatori di impianti in hotel, ristoranti o attività artigianali. Questo perché per la loro attività sono tenuti ad utilizzare l’energia elettrica in tutte le fasce orarie e, come spiegherò più avanti, questo può determinare un amento della spesa economica particolarmente elevata. Non ho intenzione di dare una sorta di classifica che potete comunque trovare sulla rete.

    Leggi tutto

  3. Fenomeni elettrici. 

    Non solo nelle apparecchi ma anche nella vita quotidiana e nel mondo della natura che ci circonda si verificano fenomeni elettrici. Per esempio sono fenomeni elettrici le scintille provocate quando ci togliamo un pullover di fibra artificiale. Queste scintille sono causate dalla corrente elettrica statica generata dalla sfregamento di queste fibre. Da bambini tutti abbiamo provoto a strofinare la penna su un panno o indumento sintetico per poi assistere al l'attrazione di pezzettini di carta. Questa attrazione deriva da un fenomeno elettrico. Un altro esempio che posso citare è quello della scarica elettrica che alcune volte avvertiamo scendendo dalla macchina. Anche questo fenomeno è causato dallo sfregamento di materiali sintetici. Avvertiamo questa scarica soltanto perché avvertiamo fastidio, in quanto non siamo dotati di organi sensoriali adatti a percepire questo fenomeno. 

    flash-113310_640.jpg

  4. Centrale di allarme

    La centrale di allarme è il fulcro di ogni impianto per la protezione dei nostri ambienti. Ci permette di gestire tutte le funzionalità dei nostri impianti e gli allarmi generati da essi. Questo vale sia per gli impianti installati nelle nostre case che per i locali commerciali. Nel corso della mia attività ho potuto assistere a una continua evoluzione di questo componente. Questa evoluzione è avvenuta gradatamente ma soprattutto grazie al progresso tecnologico. Per esempio posso citare le ultime integrazioni con i sistemi di gestione da remoto tramite applicazione per i nostri smartphone. La centrale di allarme oggigiorno ha raggiunto un’elevata qualità costruttiva, ma anche un ottimo livello di prestazioni.Leggi tutto

  5. Ogni qualvolta che mi viene affidato un lavoro per la realizzazione di un nuovo impianto elettrico o per un suo rifacimento, da parte di architetti o anche da geometri, mi viene chiesto quale sia la dotazione minima che esso deve avere. In questo caso è importante fare riferimento a quello che prescrive la normativa vigente. Questa suddivide ogni impianto in vari livelli di dotazione minima.Leggi Tutto

    presa tv-sat.jpg

    1. amilla3

      amilla3


      contento per la tua risposta, il mio nome è milani, preferisco che tu mi risponda per ulteriori informazioni su (milani093isinsu@gmail.com)
      .............
      glad for your respond my name is milani i will prefer you reply me for more introduction at ( milani093isinsu@gmail.com

  6. Faretto led

    Dagli anni ottanta nelle nostre case e allo stesso modo nei locali commerciali si è diffusa l’illuminazione ambientale impiegando faretti con lampada alogena a 12 V. Questo è avvenuto anche grazie alla sua versatilità di montaggio e di conseguenza tutt’oggi ne troviamo tanti ancora funzionanti nonostante la diffusione dei faretti led. Le lampade alogene montate … Leggi tutto

  7. Antifurto Casa

    Valutazioni per l’installazione di un antifurto

    E’ importante considerare le vie d’accesso, il numero delle porte, delle finestre, i cosiddetti punti deboli ma anche tener presente per quanto tempo la casa resterà vuota e se abbiamo animali domestici che il nostro impianto d’allarme deve tollerare.

    Se dobbiamo proteggere solo l’interno o anche l’esterno della casa prima di procedere alla scelta dell’ impianto d’allarme più adatto.

    Il passo successivo riguarda la scelta della tipologia dell’antifurto che andremo ad installare.

    Si devono valutare i costi d’installazione e le opere necessarie.

    Scegliendo un impianto filare sarà necessario posare dei cavi per il funzionamento dei componenti.

    Per la posa dei cavi è possibile utilizzare, se presente, la tubazione sottotraccia o posare i cavi installando una canalina a parete.

    Scegliendo un impianto d’allarme senza fili (WIFI) non sarà necessario posare i cavi e questo ci permetterà di ridurre i costi d’installazione.

    In questo caso bisogna tenere conto della durata delle batterie dei componenti.

    Protezione perimetrale

    Con la modalità perimetrale il nostro antifurto proteggerà il perimetro esterno dell’area da controllare ed eviteremo l’accesso ai male intenzionati.

    Questo ci permetterà di rendere sicura la nostra casa anche quando siamo all’interno.

    Per mettere in sicurezza il perimetro installeremo dei sensori immuni agli animali domestici.

    Per questo possiamo scegliere tra sensori di movimento a tenda che creano una barriera per proteggere porte e finestre oppure sensori a movimento volumetrici da esterno, anche essi immuni agli animali domestici, che creano una barriera più ampia per proteggere giardini, terrazze e balconi.

    Protezione volumetrica

    Con la protezione volumetrica il nostro antifurto proteggerà l’interno della nostra casa per renderla più sicura in nostra assenza.

    A questo scopo utilizzeremo sensori da interno volumetrici a infrarossi e a microonde sempre immuni agli animali domestici.

    I sensori devono essere installati in ogni ambiente (soggiorno, camere da letto, bagni, ingresso e cucina).

    Centrale per la gestione dell’antifurto

    Questa ci consente di attivare la protezione perimetrale e volumetrica.

    Con la modalità totale proteggiamo sia il perimetro sia l’interno, con la modalità parziale proteggiamo solo l’interno della nostra casa.

    Per l’attivazione sarà necessario installare inseritori a chiave, tastiera a lcd, questi componenti sono in grado di riconoscere sia il codice personalizzato che schede magnetiche.

    La centrale è adibita anche alla gestione dei guasti e ci consente di monitorare l’impianto d’allarme costantemente permettendoci di intervenire per ripristinare le anomalie.

  8. La videosorveglianza. 

    https://bufer95.it

    Il termine videosorveglianza rappresenta la possibilità di controllare a distanza un luogo od un bene grazie all’utilizzo di telecamere che ci permettono di vigilare, registrare video e audio a distanza.

    Molto spesso la videosorveglianza è associata all’installazione di un impianto d’allarme e questo ci consente di verificare l’effettiva necessità di intervenire evitando falsi allarmi.

    Apparecchiature più utilizzate

    In genere per gli impianti di videosorveglianza sono usate delle telecamere filari o wifi.

    Queste due tipologie di telecamere si differenziano per la modalità di installazione.

    La prima necessita della posa in opera di cavi per l’alimentazione e la trasmissione dei video.

    E’ anche vero che su impianti di videosorveglianza già esistenti si possono sostituire solo le telecamere senza ulteriori interventi.

    La seconda ci consente di controllare un ambiente senza la necessità di posare cavi per la trasmissione video in quanto questa avviene tramite canale wifi.

    Per consentire la ripresa di video notturni le telecamere sono dotate di led emettitori di infrarossi che massimizzano la resa del video fornendoci delle registrazioni di qualità superiore.

    Il controllo dei sensori ad infrarossi è effettuato da un sensore crepuscolare che è in grado di comandare l’accensione dei led al diminuire dell’intensità luminosa.

    Inoltre con la tecnologia speed dome, tramite l’utilizzo di una consolle di comando o applicazioni automatiche, è possibile cambiare inquadratura e zoom consentendoci di effettuare una sorveglianza mirata e personalizzata.

    Luoghi dove si utilizza la videosorveglianza

    Nelle abitazioni si posizionano le telecamere nei corridoi, sui balconi o sui terrazzi soprattutto per controllare le vie d’accesso.

    In commercio però esistono anche telecamere per interni nascoste in oggetti d’arredo quali orologi, lampadine, sveglie, cornici ed appendiabiti.

    Per i negozi e gli uffici si posizionano le telecamere generalmente vicino all’ingresso, negli angoli dei locali da proteggere e vicino alla cassa.

    Nei centri commerciali, giardini e parchi vediamo spesso l’utilizzo delle telecamere speed dome e filari posizionate su staffe di sostegno.

    Qualità delle immagini

    Un altro aspetto importante da considerare è la risoluzione delle immagini ovviamente anche per le telecamere si può scegliere di utilizzare telecamere a bassa o alta risoluzione.

    Migliore è la qualità dell’immagine e maggiori dettagli vengono registrati e quindi avremo maggiori probabilità di identificare le intrusioni.