• Uomo
  • 51 anni
  • Trento (TN)
  • Ultima Visita

Su di me

  • Compleanno
    15 Ottobre
  • Situazione sentimentale
    Relazione complicata
  • Altezza
    180 cm
  • Occhi
    Marroni
  • Capelli
    Castano scuro
  • Figli
    Mai!

Mi piace un sacco

Sport Libri Cinema Musica Tv e Serie Tv Cucina Viaggi Running Calcetto Ballo Yoga Arte Moda Fotografia HI-Tech Natura e Animali Videogiochi

Visite recenti

36953 visite al Profilo

Chi seguo Vedi tutti

MyBlog

Crea gratis il tuo blog in Wordpress e guadagna con Google AdSense

Apri il tuo Blog

I miei Blog

    Gestisci blog

    Genio

    Ad ogni domanda una risposta.
    Cosa desideri sapere?

    Fai una domanda

    Le mie domande

    Le mie risposte

      Vedi tutto

      Forum

      Lancia il tuo Forum condividi informazioni idee e opinioni

      Apri forum

      Le mie discussioni

        I miei post

          Vedi tutto

          Siti

          Scegli il tema che preferisci,
          personalizzalo come vuoi e sei subito online!

          Crea il tuo sito gratis

          Il mio sito

            Mi presento!

            Sono qui in questo oceano elettrico per captare i pensieri altrui. Assieme ad essi si impigliano anche i loro corpi, anime, vicende, sentimenti, umori che verranno giudicati ed apprezzati con lo stesso rigore. Anch'io gioco la partita e mi immergo nel vasto mare, nella speranza che qualche buona Anima mi salvi dalla bonaccia o dal naufragio.

            Quanto ho scritto è sufficente per tracciare la rotta, ma se vorrai conoscere meglio il capitano di lungo corso leggi il suo diario di bordo qui sotto. Lo troverai alquanto mosso è caotico come il mare, perchè scritto ovviamente durante le sue traversate e la compagnia di un buon rum.

            -----------------------------------------------------------------------------------------------------------

            DIARIO DI BORDO

             

            Tutti i bimbi come me 
            hanno qualche cosa che 
            di terror li fa tremare 
            ma non sanno che cos'è "(Don Backy)

             

            Sembrerebbe che la guida di Dante si sia svegliata dal torpore. Urge una presentazione, ma, siccome questa è sempre inattendibile e poco elegante, preferisco esprimermi con un caotico flusso di pensieri; da questi potrai forse farti un'idea sincera di me. 
            Prima però una serie di avvertenze, noiose ma doverose.

            Ai Signori/e “copia incolla conserva archivia pubblica delle cose degli altri”, ricordatevi che c’è sempre traffico e i camion hanno pesanti ruote ( vedi più avanti).

            Alle signore che spesso mi scrivono senza cercarle, penso attratte da mie presunte virtù come l’intelligenza, la gentilezza, la positività, la sensibilità, la sincerità: 
            sono lusingato  dal vostro interesse, ma sappiate che l'offerta è tutto compreso. Ho anche un lato crepuscolare, folle, tormentato, timido, malinconico, graffiante, visionario, complicato. 

            Per ora sto alla finestra e non cerco incontri, nè approfondisco conoscenze e per me scrivere è gioia ma anche dolore, per cui un carteggio online iniziato con te prima o poi sarà destinato all’oblio e già sono stanco ancora prima di iniziare. Preferirei  "vivere senza storie" cosicché la mia storia potrebbe essere scritta da altri e io solo viverla.  

            Chi mi scrive solo ciao, rispondo ciao anche a te. Chi Toc Toc … dovrei rispondere, ma non lo faccio per galanteria,  “sei molt Toc”, oppure, per metterla alla prova ( e non ti dico perché), rispondere dal mio antro social isolazionista sionista … “chi buz?”

            Mi intriga relazionarmi nel reale con la sconosciuta, ma in quel caso la valuti nel linguaggio non verbale; invece nel web, se hai il profilo completamente vuoto o impresso da una rotativa, cosa ci si può raccontare care signore “solari, scoprimi tu, non odio nessuno, La volpe l’uva, Bianconiglio, Uno, nessuno e centomila, vivi e lascia vivere”.

            Lo sapete chi finisce sotto un camion e sono orfani di una famiglia sterminata dalla sifilide?
            Quelle (quelli?) che ti scrivono più o meno così: 
            Ciao mio caro. Sono Madame Sederova Fatto Ben (già e io sono il barone Von Strudel Avanzaten Daunmesen) ho qualcosa di importante da dire Voi, qui non posso parlare, scrivimi al mio indirizzo così che ti mando una mia foto. 
            Ricordati, sopra il codice IBAN c'è sempre l’amore che vince. Alleluja, Alleluja a voi, a noi, a toi, a moi, a loi.

            Esercito mio malgrado epurazioni, evasioni, censure perché se “ Leggi Mancini e Affini non puoi che scrivere buonini”.


            LES JEUX SONT FAITS 

            L'asfissiante calma della nostra epoca tecnocratica: siate buoni, siate  calmi, fate i compiti, non fumate, non bevete, spendete e abbonatevi. Dov'è l'amore, se non c'è la rabbia, dov'è lo stupore senza tremore ?

            Immancabilmente quando piove esco volutamente senza ombrello, cammino sui marciapiedi a raso muro per ripararmi sotto tetto... E chi ti incontro? Quello  che anche lui è sotto tetto ma con l'ombrello e non ti dà strada....ma hai l'ombrello ...  ingordo... ora capisco perché è nato il socialismo.

            Un pensiero lussurioso ricorrente (e chi non ne ha) da psicanalista : io in ginocchio, lei in piedi, bella, amazzone, statuaria; sfioro e adoro con labbra e mani i suoi fianchi snelli e sodi, i suoi addominali magri, scolpiti e marmorei.

            Vorrei parlare di poesia con Baudelaire, di filosofia con Nietzsche, di romanzi con Conrad, dei fattori della post modernità con Pasolini; vorrei sbronzarmi con Kerouac, giocare a poker con l'investigatore Marlowe, innamorarmi di Veronica Lake, fumare  un sigaro insieme a Marlene Dietrich, essere l'assistente di regia di Leni Riefenstahl,  fare da modello per la Lempicka.
            …… piccolo….piccolo particolare inquietante….. Lo sapete che tutti questi qui sopra sono già tutti…

            Mi affascina il mondo femminile, soprattutto quando, libero dalla massaite, dal muscolare puericulturismo e dalla vittimistica servitù al giogo autoritario, paternalista e maschilista, può  esprimere in pieno la sua libertà e potere. 
            Quello maschile lo trovò un pò da canile municipale.
            Quello così, così. Ma mi faccia il piacere … set un imitasion de Picasò: 
            perché non rinunci alla borghese sicurezza del marito se ti piace sola la marita? 
            e tu perché intralciare il traffico: se TRAVisi con sincerità prova allora a TRANSitare. La tua ambiguità sarà affascinante e celerà il coraggio e le sofferenze avute nel tuo essere vera donna.

            Mi zio in vita fu talmente scorbutico che se ti avvicini alla sua lapide c'è scritto:   CHE ..... AZZO HAI DA GUARDARE!

            (FONTE: libera citazione dal Web)

             

            Qualcosa da migliorare?

            Esercitare il mio deciso senso critico anche verso il popolo femminile che per istintiva galanteria e fascinazione tendo sempre a giustificare e perdonare.  Essere meno nostalgico, affettivo e romantico in quelle situazioni che poi nel tempo ti bloccano e impediscono il cambiamento.  Fare in modo che i momenti di isolamento, introversione e orgoglio non impediscano di cogliere le occasioni.  Essere meno duro con se stessi e cercare di perdonarsi.

            La ragione del mio vivere è sentire, sentirmi e sentirti. Sentire emozioni, passioni, spontaneità, verità, storie vissute. Non importa anche se sono cose sgradevoli, squallide, tristi, semplici, importante è sentire la tua verità che si cela dietro le maschere che indossiamo. Cercherò sempre le cose dentro; se sarai allegra cercherò la tua tristezza, se sei triste cercherò la tua allegria, se hai una maschera cercherò la tua verità, se sei  semplice cercherò la tua complessità. Delle volte non c'è niente di celato; in tal caso apprezzo il sentire la tua spontaneità, autenticità che si mostra nel suo esistere, libera da razionalizzazioni, ruoli, comunicazione di effetto, atteggiamenti impostati, da una falsa normalità quando è priva di te. E io con tutto questo scrivere, sono autentico? Sto simulando? Sto semplicemente depistando ? Mi sto autocelebrando?

            Una confessione: mi piace la donna appariscente, ironica, quella sfrontata, quella sicura di sé, quella popolare, quella trasgressiva. Fin da subito so che non mi trasmette niente ma è un dolce morire, sono solo una pedina anonima del suo pubblico che le consente di esisibirsi, c'è solo se stessa e il suo pieno che è solo vuoto.                                                                                        Dall'altra ci sono le ragazze autentiche, semplici, vere con cui aprirti e fidarti; ma in loro spesso coabita una granitica compostezza, una convenzionalità piccolo borghese e un perbenismo strisciante che mi annoia e mi mette a disagio. È un bel dilemma amletico. 

            Ad essere sinceri ci sono altre categorie femminili idealtipiche che mi attraggono. C'è la malinconica, tormenta con tendenze maniache ossessive  complusive depressive e bipolari  con vocazione al suicidio. Non so perché mi attrae; niente di morboso; penso per la mia tendenza  empatica che rasenta la sindrome della crocerossina. Ma anche perché so incassare molto bene senza scompormi e giudicare. Inoltre nella sua sofferenza mostrata c'è  la verità, spogliata da qualsiasi sovra struttura borghese e benpensante. Mi piace  in alternativa la ragazza caruccia, artista, un po' buffa, un pò intellettuale, un pò nerd. Mi piacerebbe conoscerla in stazione e con lei girare la città in attesa del treno in ritardo scherzando, parlando con lei di cose serie e ridicole; alla fine un bacio  e una promessa prima che il suo treno parta. Finale delle due storie: la prima purtroppo riesce nel suo intento, lasciandomi con un dolore senza fondo e il ricordo di un amore struggente mai dimenticato, toccando il mio lato oscuro e passionale. Con la seconda probabilmente ci si perde di vista perché veniamo distratti  da altre cose in quanto il nostro amore si basa invece sul nostro lato spensierato, infantile, fantasioso, leggero. Alla fine mi sa che anche non volendo sarà sempre una Marisa la mia dolce metà (https://youtu.be/MMI8Cqh4Cd0  , un tributo in sua memoria).

            Se ne trovassi una anche solo AUTENTICAMENTE appariscente o APPARENTEMENTE perbene, allora scapperei con lei. Lascio il mio amante, Gaetano, per gli amici solo Ano, benzinaio di Bergamo; abbandono i figli tritalegumi all'Istituto di  Voghera "Orfanotrofio Belle Speranze", deposito la gatta al canile "Infido Fido" (ops..), addormento quel cinghiale di mia moglie con i marron glacé  alla Vodka, bacio il lattaio per l'ultima volta. Prendo la mia potente   moto, un completo con giacca, jeans chiari, stivali in pelle nera, un libro di poesie, un pacchetto di sigarette e una bottiglia di whisky americano, ti vengo a prendere nel postribolo dove vivi e ti rapisco dopo aver ribaltato ( forse meglio dire rotolato) quel ciccione calvo e sudaticcio del tuo cliente, .... partiamo con il vento nei capelli.....ma non dovevo guidare io.....salpiamo sul primo piroscafo per i mari del sud ...... dimenticavo... ritorno al canile (purtroppo a nuoto) e mi riprendo la gatta che è un pochino stressata e la porto con me ( strano da tanto non la sentivo abbaiare, da quando non le do più latte con il marsala e il metadone in supposta  ) .... voglio troppo bene ai gatti.... Così il finale della storia è più lieto ...... Sì, mia cara...tieniti tutti gli amanti che vuoi.. Basta che oltre ai cervi vuoi un pò di bene anche a me e alla mia gatta.

            Anticipo una probabile domanda: come si fa a passare dagli Led Zeppelin a Sergio Endrigo, dall'amore sacro all'amore profano, dalla tristizia alla ridarella? Semplice! Basta non avere il cemento sugli occhi, la pietra nel cuore, la graniglia nel cervello. La vita è jazz e come disse su per giù un certo tipo dei biblici bassifondi desertici:  c"è un tempo per tutto, uno per ridere, uno per piangere, uno per vivere, uno per morire, niente è cambiato sotto il sole, tutto è vanità.


            Un segreto desiderio da svelare? 
            Facilitato  da un innato senso della protezione e ascolto, spinto dalla contigente ristrettezza materiale e rivendicando il diritto alla prosperità, non mi dispiacerebbe scoprire cosa si prova ad essere appagato nell esaudire con sincerità ed entusiasmo i desideri  e bisogni femminili ( sai che ti dico? Non mi piacciono le AP, toglile.)

             

            ------------------------------------------------------------------------------ 

            DEDICATO AGLI AMANTI

             CHI NON È MAI STATO MALE PER AMORE.

            ------------------------------------------------------------------------------  

            DEDICATO A CHI HA RACCONTATO LA SUA STORIA

            Dedicato a London

            Dedicato a Scompaio

            Dedicato a Agne 

            Dedicato a Ode

             

             

             

             

            UN GRAZIE DI CUORE A TUTTE LE MIE INSEGUITRICI. ARRIVEDERCI ALLA PROSSIMA PUNTATA!

             

             

            image.jpeg

             

             

            --------------------------------------------------------------------------

            LA STIVA

            Vi sono contenute le corse perse o trascurate che nessuno legge più e che rischiano di essere dimenticate. Cosa c'è di meglio di riunirle nella stiva un pò alla rinfusa, posso sempre servire se sbarco su un'isola.

            TIC, TAC, IL BIG BEN HA DETTO STOP!

            Verrò a visitare ancora i vostri profili alla ricerca dello stupore e rispondere a messaggi privati che magari mi manderete, ma temo che non potrò più pubblicare e rispondervi pubblicamente in quanto non ho più il browser aggiornabile e la pagina salta in continuazione. Pulire spesso la cache non è sufficiente probabilmente perché il browser predefinito e non aggiornabile è troppo obsoleto. Infatti avevo risolto con un browser alternativo, ma, probabilmente proprio perché funzionava, è stato eliminato dal App Store. Unica possibilità è sperare di trovare un browser alternativo e funzionante presente ancora nel store. Dato il periodo chissà quando risolvo. Sfogliate le mie pagine della bacheca come fosse un libro da rileggere tutte le volte che si vuole, è nata per questo, senza aspettare interazioni o gli aggiornamenti più recenti. Ci tengo molto che questo vi possa tenere compagnia e darvi emozioni, solo questo conta.

            Ricordate solo una cosa: amate, odiate, filosofeggiate, cazzeggiate, fate quello che volete, ma fatelo sempre con cura.

            image.jpeg

             

             

            Da qualche tempo faccio strani sogni, sogni di gioventù, di cose mai fatte, di vite mai vissute. Al risveglio l'amara scoperta, la delusione delle cose false a cui credi come quando si scherza. Rassegnato sto alla burla e lascio la vita scorrere. L'entusiasmo si è già esaurito da tempo. Prima o poi finirà tutto penso, senza più sogni, senza più vita. Si potrebbe anche andare di fretta e fare prima ma ci vuole coraggio. Emersi da un punto senza superficie così sprofondiamo un giorno, senza mai essere veramente ricordati e conosciuti. Sarà un sollievo, un successo o una tragedia il finale che mi attende e che saprò solo io ? Ho paura, ma la rassegnazione mi ottunde, la sigaretta sulle labbra come un bacio mi distrae.

            1.  

              image.jpeg