• Uomo
  • 50 anni
  • Trento (TN)
  • Ultima Visita

Contenuti pubblicati da hocuradite

  1. IL BEL CANTO

     

     

    1. fleviabus

      fleviabus

      un bel canto molto scarso. Una mezza voce sì e no da operetta. Un bluff costruito dall'intelligenza di un grande manager.

    2. tacchialti94

      tacchialti94

      Proprio qualche mese fa usci una versione trasformata 2.0 di questa traccia insieme alla rapper Nicki Minaj...non mi è piaciuta...

    3. hocuradite

      hocuradite

      Sono attapirato, mi avete distrutto Bocelli. Beviamoci su.

  2. RICORDANDO IVAN GRAZIANI

     

     

  3. Scritto sul corpo, Jeanette Winterson

    IMG_3825.PNG

  4. SIGNORA DELLA NEVE NEL TUO SILENZIO NOI RIPOSIAMO

     

     

  5. IL SOCIALISMO FUNEBRE

     

     

     

  6. UN RICORDO PER CHI CI HA LASCIATO, LA LORO VISITA PER CHI RIMANE.

     

     

     

  7. LA STORIA DI COME È NATA LA CANZONE.

  8. DEDICA

    Tormentato dalle tenebre, Inebriato dalla battaglia, consapevole del materialismo presi dello zucchero per placarmi, ma lo trovai troppo dolce, lo misi perciò su un foglio affinchè la sua dolcezza spargendosi diventesse sottile e segreta  come la malinconia. Luccicanti sassi di fiume che riposando nell'acqua ci ricordano la profondità amara e ridicola  di ogni cosa che vive.

     

     

    1. hocuradite

      hocuradite

      Sono contento che  sia piaciuta la musica. Purtroppo così facendo ho dovuto mostrare la fine del film. Se non lo avete mai visto vi ho rovinato il piacere di guardarlo per la prima volta.

  9. Cara "Alice"88 FECI tue .....quelle parole, ma anche nostre, cosicchè l'umanità liberata dal bisogno si scarica e Tranghete!

     

    1. hocuradite

      hocuradite

      Vi perdono se non avete mai visto il video. ma se per caso non conoscete Bracardi la cosa è grave.

  10. . . .

     

    1. hocuradite

      hocuradite

      Se ti piace questo tipo di video poesie lette consiglio di sfogliare le pagine della mia bacheca. Ne troverai parecchie e molto belle. Ho selezionate le migliori e soprattutto recitate bene ( con sentimento ma senza troppa enfasi)

  11. NON CHIAMATELA BARBARA

     

     

  12. COME LE COSE VISSUTE LE FOGLIE CADUTE CI LASCIANO, DORMENDO FEDELI ACCANTO AGLI ALBERI CHE LE HANNO AMATE.

     

     

     

    1. fleviabus

      fleviabus

      Ho letto tante cose di Prevert: Un epoca!! Mio padre e mamma di tanto in tanto ne citano brani. Sempre molto sensuali. E papà tiene un volume: "Fatras" sul primo ripiano della libreria dello studio. Dai loro sguardi, quando escono loro queste citazioni, capisco che quei versi debbono aver cullato chissà quanti atti d'amore fras di loro e mi sto convincendo di essere saltata fuori anch'io da lì. Fortunatamente non mi hanno chiamata Barbara - un nome che non mi piace per niente. Mamma però spesso sottolinea suoi ammonimenti con "Repelle toi" in francese.

    2. hocuradite

      hocuradite

      È un piacere risentirti. Da questa poesia è tratta la famosa omonima canzone cantata da molti, fra questi Yves Montand. Da quello che dici probabilmente galeotto fu Prevert per tante cose e mi fa tenerezza, come ho ancora notato, il bene che vuoi ai tuoi genitori e come siano fonte per te di ricordi. Non posso far altro che dedicarti di Prevert la poesia " Sabbie mobili" e, tanto per fare il dispettoso, quest'altra canzone.

      PS: non so perché ma pensando a tua madre mi viene in mente la Fallaci, prima poi pubblico qualcosa di suo perché lo merita.

  13. Ogni animale si costruisce la propria tana e si procura il necessario per vivere. È un suo diritto naturale, prerogativa, volontà, facoltà, possibilità. Questa impresa è propedeutica alla sussistenza: ci si ripara e poi si va a caccia, si caccia e poi ci ripara. 

  14. QUANDO UN GIORNO SCOPRI DI ESSERE UN SOPRAVVISSUTO, CHE NIENTE HA UNO SCOPO, NESSUNO TI ATTENDE, CHE IL MONDO PROCEDE ANCHE SENZA DI TE.

     

     

    1. hocuradite

      hocuradite

      L'importante comunque è sopravvivere con dignità.

  15. La tradizione orale è morta

    E insieme a lei i ricordi

    La stirpe gitana ricorda

    ma chi sa scrivere dimentica

    Appunta e dimentica " 

        Tomas Tranströmer

     

     

  16. " Il tempo non gua­ri­sce né resuscita;

    Eppure, pazzi di san­gue gio­vane o mac­chiati dagli anni,

    Siamo ancora restii a rinun­ciare a ciò che resta "

    Dylan Thomas

     

  17. LA MILANO DI SILVANO

     

  18. IL FANGO DI RANGO DIVENTA TANGO

     

     

  19. NOI DURI

     

     

  20. ITALIA MIA, TERRA BELLA E INGRATA.

     

     

  21. DOVE STAI ZAZÀ BELLA MIA

     

     

  22. IN CERCA DEL MIO PERDUTO AMOR

     

     

  23. SPAZZATI DAL VENTO I CASTELLI RITORNANO SABBIA