• Donna
  • Ultima Visita

    Più di un mese fa

Su di me

  • Occhi
    Verdi

Mi piace un sacco

Sport Libri Cinema Musica Tv e Serie Tv Cucina Viaggi Running Calcetto Ballo Yoga Arte Moda Fotografia HI-Tech Natura e Animali Videogiochi

Visite recenti

39441 visite al Profilo

Chi seguo Vedi tutti

MyBlog

Crea gratis il tuo blog in Wordpress e guadagna con Google AdSense

Apri il tuo Blog

I miei Blog

    Gestisci blog

    Genio

    Ad ogni domanda una risposta.
    Cosa desideri sapere?

    Fai una domanda

    Le mie domande

    Le mie risposte

      Vedi tutto

      Forum

      Lancia il tuo Forum condividi informazioni idee e opinioni

      Apri forum

      Le mie discussioni

        I miei post

          Vedi tutto

          Siti

          Scegli il tema che preferisci,
          personalizzalo come vuoi e sei subito online!

          Crea il tuo sito gratis

          Il mio sito

            Singolo aggiornamento

            Visualizza tutti gli aggiornamenti di ghostnick0

            1. LO ZENZERO DI NATALE

              Published on 26 dicembre 2018
               
              Dedicated.

              Finalmente siamo arrivati,volo in perfetto orario,noleggiata l’auto eccoci a casa. È il nostro rifugio appena possiamo staccare per più giorni,un piccolo angolo di paradiso affacciato sull’oceano. Lunghe camminate,qualche coraggiosa nuotata,e ottime mangiate di pesce.

              Dobbiamo preparare il nostro pranzo di Natale: tante sfiziosita’ e il pesce spada allo zenzero.

              Io adoro lo zenzero,lo metto quasi dappertutto,soprattutto nei dolci.

              Mentre preparo le verdure tu hai il compito di pulire e preparare i rizomi che serviranno per il pesce.

              “Ma lo sai che lo zenzero è afrodisiaco?”

              “Ma va?”

              Ti metti a ridere divertito e mi fai vedere un rizoma sbucciato e trasformato in una specie di bastoncino lungo una decina di centimetri.

              “Eh si,davvero afrodisiaco…comunque anziche’ fare sculture di zenzero finisci di pulire il pesce o finisce che col pranzo facciamo merenda”…

              “Facciamo un gioco…e non vedrai più lo zenzero con gli stessi occhi”

              Mi fai girare e appoggiare al tavolo,mi chiudi gli occhi arrotolando una maglietta. Mi viene da ridere,e per tutta risposta mi dai un pizzicotto sul sedere.

              Sento la tua presenza ma non ti vedo.

              Fino a quando sento il tuo respiro caldo sul mio collo. Sei in piedi dietro di me.Sposti i capelli,mi dai un bacio,fai scorrere le tue mani sotto al mio vestito leggero. Trovi il fiocco che chiude il bikini e lo slacci. Lo slip resta su solo a metà.

              “Lo zenzero ti ha già dato alla testa solo sbucciandolo”

              “shhhhh….” mi dici facendo scorrere qualcosa di freddo e umido lungo la mia coscia.

              Essendo abbastanza schifiltosa cerco di spostarmi temendo qualcuno dei tuoi scherzi stupidi ma mi blocchi col tuo peso contro al tavolo.

              La cosa fredda e viscida prosegue il suo viaggio lungo il mio interno coscia,disegnando ghirigori senza senso. Poi dalla coscia inizia a esplorare l’inguine,va e viene,non riesco a capire cosa sia e soprattutto cosa stai facendo.

              Mi sto spazientendo e tu,nemmeno mi leggessi nel pensiero,senza dire nulla,mi infili dentro la  cosa misteriosa. Ho un sussulto perché non mi aspettavo niente del genere e poi quello che mi hai infilato e’ davvero freddo.

              Nel frattempo ho capito cosa stai usando:il rizoma di zenzero tagliato a bastoncino.

              “Allora?”

              “È freddo”

              “Aspetta qualche istante”

              Mentre lo muovi dentro di me inizio a sentire una specie di pizzicore.. che nel giro di qualche secondo diventa un bruciore e… Oddio… mi sto bagnando. Il bruciore aumenta, non fa male,è una sensazione strana,che ha come conseguenza il continuare a bagnarmi… più mi bagno più sento dentro che pizzica tutto portando la mia eccitazione a continuare a crescere.

              Sono un lago. Sto letteralmente colando… e … mi sento continuamente sul punto di venire senza però che questo accada…

              Nel frattempo hai tolto lo zenzero e lo stai passando sul mio clitoride che inizia a pizzicare provocando un’altra ondata di eccitazione fuori controllo.

              Fatico a reggermi in piedi,so solo che voglio venire ma non vengo,mi bagno come non mi era mai successo….

              E poi di colpo smetti di usare lo zenzero. E mi lasci lì,insoddisfatta,ansimante,e con gli occhi ancora bendati. Resti appoggiato a me per impedirmi di muovermi.

              Il bruciore sta rapidamente calando,non però la mia voglia insoddisfatta.

              Mi togli la maglietta che fa da benda,mi fai voltare dandomi un bacio.

              “Forza che ho fame!!! Abbiamo un pranzo da finire di preparare!!!”

              “Ma come??? Mi lasci così??? Sei perfido!!! E non pensare di concludere la giornata come vorresti… per oggi sei in castigo”.

              “Ah si?”

              Sorridi,e mi fai vedere un altro rizoma di zenzero con aria malandrina.

              “Se fai la brava stasera ti faccio giocare ancora un po’… Buon Natale ma chérie”

               

              1. fleviabus

                fleviabus

                Finora bastoncini di zenzero li ho usati immergendoli nel Martini ma so già a chi far leggere il tuo racconto.

                Gustoso.

                Vado a scoprire il blog.

              2. ghostnick0

                ghostnick0

                È stata un’interessante scoperta anche per me.

              3. fleviabus

                fleviabus

                Ti farebbe piacere se divulgassi i tuoi racconti nel mio account di Twitter [@DiScrittrice]. Ovviamente citando il tuo nick-name o quello che vuoi suggerirmi.
                Mi piacciono molto
                Fl