• Donna
  • Ultima Visita

Aggiornamenti di stato pubblicati da emozioni-sparse

  1. :x:x:x

  2. Top !!!!!:D

  3. Resta fermo se ci riesci B| 

     

  4. Parole taglienti su una ballata in stile jazz...che dire geniale! :x

  5.  

  6.  

  7. Piccola premessa: spero di non urtare la sensibilità di nessuno, quello che dirò è assolutamente ciò penso detto sicuramente in maniera provocatoria.

    Essere genitori, beh è il mestiere più difficile che esista sulla faccia della terra inanzi tutto. Creare una vita è praticamente cosa da tutti, anche i più gretti possono farlo, ma tirare su delle anime in grado di stare bene, di vivere serenamente in società, di saper fare la cosa giusta in situazioni incresciose... Non tutti si preoccupano veramente della vita che hanno procreato, magari perchè non ne sono capaci o perchè infinitamente egoisti, magari perchè l'hanno messa al mondo solo perchè è la società che impone che si debba procreare perchè la donna serve a questo. Io penso che se ci fermasse a pensare di più alle conseguenze delle parole/azioni si farebbero meno danni, ma poichè siamo umani e le emozioni e i sentimenti prendono troppo spesso il sopravvento questo diventa molto difficile per molti ed è lì che bisognerebbe iniziare a pensare se è il caso o meno di riprodursi, voglio dire se non sai stare al mondo come fai a insegnarlo a qualcun'altro? E poi come ti comporteresti con questa creatura a sua volta? Non credo che ci siano margini di errore del tipo "massì ci provo, o la va o la spacca" eppure com'è possibile che esistono così tante famiglie assurde? Se non lo volevi bastava che non lo facessi c***o!! Heee ma poi la gente cosa avrebbe pensato?? Io personalmente sicuramente non avrei pensato povero bambino, ma perchè? E' normale che sta lì ore mentre tu ti schieni al bar e lui ti guarda e si avvicina e dice " mamma ho fame" e lei " dai, non rompermi il c***o, tra un pò andiamo". 

  8. Ascoltando "Fly" di Einaudi...

    foglie-al-vento-250x156.png

  9. Oggi non c'è sole intorno a me
    Salvami risplendi e scaldami
    Voglio il sole
    Cerco nuova luce nella confusione di un guaglione
    E oggi è come ieri
    Ma forse è un'impressione frutto della mente di un guaglione
    Sarà che non c'è il sole
    Sarà che tutto sembra resti uguale
    Sarà quel che sarà sono preso male
    Ma nessuno chiama e non so chi chiamare
    Cerco di schiodarmi e penso solo a quello che ho da fare
    Uh Gesù Gesù
    Sono io la vittima dei demoni che tornano e che vengono a tirarmi giù
    I miei cattivi pensieri che mi aspettano braccano
    Parlano e parlano
    Dove sono I raggi che scaldavano un guaglione?
     
    Neffa "Aspettando il sole"

    mfront_pioggia.jpg

    1. londoncalling6

      londoncalling6

      Bellissimo testo! Ogni tanto ci sta essere giù e darla vinta ai demoni, ma per un breve lasso di tempo, poi di nuovo "gambe in spalla" e via! :) 

    2. emozioni-sparse

      emozioni-sparse

      Hai assolutamente ragione, la cosa più impegnativa per me è non lasciarmi comandare dalle mie emozioni, ma ci sto lavorando 9_9

    3. londoncalling6

      londoncalling6

      è molto difficile, lo capisco, bisogna avere una grande forza di volontà e prima o poi ce la si fa e sono sicura che ce la farai anche tu! :) 

  10. A cosa sto pensando? Ecco, che sono arrivata a quasi 30 anni pensando di avere 2 colori preferiti, il verde e il viola ma in effetti quando ti chiedono qual'è il tuo colore preferito in teoria si dovrebbe rispondere con uno solamente e allora se non posso dirli entrambi sparo il primo dei due che mi dice il mio stato d'animo in quel momento, ma in realtà a me piace vederli insieme quei colori... Che poi i colori sono tutti bellissimi, pensate al giallo e al fucsia vicini, o all' arancione e al nero a me ad esempio queste coppie rimandano subito a sensazioni o immagini, la prima mi viene in mente il sud America, il Messico o Perù magari, la seconda coppia invece mi fa venire in mente qualcosa di psichedelico, qualcosa di astratto e potenzialmente velenoso. Comunque per concludere non sono convinta di avere dei colori preferiti ma piuttosto delle emozioni a cui ricollegarli...si credo sia questo.

  11.                                   Frankie HI-NRG MC   Quelli che ben pensano

    Sono intorno a noi, in mezzo a noi, in molti casi siamo noi
    A far promesse senza mantenerle mai se non per calcolo
    Il fine è solo l'utile, il mezzo ogni possibile
    La posta in gioco è massima, l'imperativo è vincere
    E non far partecipare nessun altro
    Nella logica del gioco la sola regola è esser scaltro
    Niente scrupoli o rispetto verso i propri simili
    Perché gli ultimi saranno gli ultimi se i primi sono irraggiungibili
    Sono tanti, arroganti coi più deboli
    Zerbini coi potenti, sono replicanti
    Sono tutti identici, guardali
    Stanno dietro a maschere e non li puoi distinguere
    Come lucertole s'arrampicano
    E se poi perdon la coda la ricomprano
    Fanno quel che vogliono si sappia in giro fanno
    Spendono, spandono e sono quel che hanno
    Sono intorno a me, ma non parlano con me
    Sono come me, ma si sentono meglio
    Sono intorno a me, ma non parlano con me
    Sono come me, ma si sentono meglio
    E come le supposte abitano in blisters full-optional
    Con cani oltre i 120 decibel e nani manco fosse Disneyland
    Vivono col timore di poter sembrare poveri
    Quel che hanno ostentano, tutto il resto invidiano, poi lo comprano
    In costante escalation col vicino costruiscono
    Parton dal pratino e vanno fino in cielo
    Han più parabole sul tetto che San Marco nel Vangelo
    Sono quelli che di sabato lavano automobili
    Che alla sera sfrecciano tra l'asfalto e i pargoli
    Medi come i ceti cui appartengono
    Terra-terra come i missili cui assomigliano
    Tiratissimi, s'infarinano, s'alcolizzano
    E poi s'impastano su un albero
    Nasi bianchi come Fruit of the Loom
    Che diventano più rossi d'un livello di Doom
    Sono intorno a me, ma non parlano con me
    Sono come me, ma si sentono meglio
    Sono intorno a me, ma non parlano con me
    Sono come me, ma si sentono meglio
    Ognun per se, Dio per se, mani che si stringono tra i banchi delle chiese alla domenica
    Mani ipocrite, mani che fan cose che non si raccontano
    Altrimenti le altre mani chissà cosa pensano, si scandalizzano
    Mani che poi firman petizioni per lo sgombero
    Mani lisce come olio di ricino
    Mani che brandisco Manganelli, che Farciscono Gioielli
    Che si alzano alle spalle dei Fratelli
    Quelli che la notte non si può girare più
    Quelli che vanno a mignotte mentre i figli guardan La TV
    Che fanno i boss, che compra Class
    Che son sofisticati da chiamare i NAS, incubi di Plastica
    Che vorrebbero dar fuoco ad ogni zingara
    Ma l'unica che accendono è quella che da loro l'elemosina ogni sera
    Quando mi nascondo sulla faccia oscura della loro luna nera
    Sono intorno a me, ma non parlano con me
    Sono come me, ma si sentono meglio
    Sono intorno a me, ma non parlano con me
    Sono come me, ma si sentono meglio
    Sono intorno a me, ma non parlano con me
    Sono come me, ma si sentono meglio
    Sono intorno a me, ma non parlano con me
    Sono come me, ma si sentono meglio
    1. londoncalling6

      londoncalling6

      Questo brano ha accompagnato la mia infanzia!

  12. Dark_Side_of_Me.png

  13. Emozioni

    Emozioni che si aggrappano 

    ti sconvolgono 

    gridando sembra che si liberino

    ma prontamente tornano

    ti dilaniano 

    se non le segui ti spingono

    difficile non ascoltarle anzi impossibile

    loro ti posseggono

    vorresti capire da dove arrivano 

    ma basta un gesto, una risposta, uno sguardo

    forse un ricordo

    Emozioni 

    in grado di farci meravigliare 

    di farci piangere di felicità

    di farci sentire quella sensazione di pienezza davanti alle bellezze del mondo

    di farci agire d' istinto 

    di farci soffrire difronte al male

    una parte fondamentale per definirci uomini

    forse sarebbe stato meglio il mero istinto

    tutto mosso dal principio della sopravvivenza

    non ci saremmo inflitti dolore gratuito.

     

     

     

  14. Passato fuso col presente chiude gli occhi al futuro

     

    Quando il passato riesce a infestare la capacità di pensiero, si crea un meccanismo di continuo paragone col presente, ad esempio come non potrà mai essere come vent’anni fa, vuoi per cause di forza maggiore come per la dipartita di persone care, o più semplicemente perchè le cose mutano, cambiano come le stagioni, fanno cadere le foglie dagli alberi per poi farli ritornare floridi e con fiori bellissimi e frutti ancor più buoni, vedi i ciliegi. Ma allora, cos’è che fa inceppare il meccanismo della naturale maturazione e l’accettazione del progresso e quindi il conseguente avanzare del tempo e della vita? Forse la paura di lasciarsi indietro gli altri? La paura di fare errori e la conseguente ansia del poter rimediare? La paura di invecchiare e quindi di morire e quindi sostanzialmente della fine, la fine del tempo…Non ne sono sicura, queste domande che mi pongo mi fanno friggere il cervello, so che la risposta sta nel vivere, bisogna vivere il presente, senza pensare al passato, ciò che è stato non torna, anche questo secondo appena passato è andato e non bisogna pensare al futuro con troppe pretese, pianificando ogni attimo o ogni prospettiva perchè potrebbero cambiare le carte in tavola da un momento all’altro lasciandoci in mano un pugno di sabbia. L’unica cosa che penso di voler fare è solo ciò che mi sembra rispettoso per le mie scelte del momento senza danneggiare il prossimo cercando di imparare dagli errori passati e non sperando troppo nel futuro, perchè procrastinare non serve a nulla.

    download (1).jpg

  15. Il mare, un elemento meraviglioso della quale io non riesco a privarmi

    solo il suo profumo riesce a darmi una sferzata di energia

    guardalo mi trasmette emozioni con totale empatia

    se lui è calmo provo pacatezza

    se lui è agitato provo inquietudine

    mi lascio scivolare nel suo andamento magnetico

    senza poter fare a meno del suo incanto.

    mare-680x425.jpg

  16. Quote

     

    alice-paese-meraviglie-musical-torino-2019-633x400.jpg.48ee03014fa31a645ed5028458504b6b.jpg