San Babila - Milano 1958

Immagini dell'Album spazio-tempo

San Babila - Milano 1958

Miracolo economico lo chiamarono... e ne percepiamo ancora l'onda, lunga!

10 anni e su quella luna scenderanno piedi umani a calpestarne le polveri obliate dal tempo. E' ancora lei il luminoso volto di fanciulla che scruta le fioche luci di uffici, stanzoni in cui si attardano improbabili lavoratori del benessere presunto, sacerdoti dell'impossibile che si compirà domani. 

Crisalidi rivestite di involucri plastici, a tenuta d'aria, sottile diaframma tra vita e morte, uomini timidamente goffi si sposteranno saltellando sul suolo di Selene ferendone il volto.

E su tutto dominante, luminosa, ma non tanto per rivaleggiare con l'attonita Luna, una fredda nuova natura fluorescente che narra con cosa è stato prescritto il destino della la nuova frontiera del progresso: la plastica!

Cosa riserva in questa immagine di serata Meneghina il domani? Nulla di più e niente di meno di quanto siamo a testimoniare oggi!

Ma la luce della luna non desta più ombre di vita nello sfolgorante lucore del planetario rito del superfluo! Tutto e consumato, ancor prima di essere concepito, ancor prima di essere desiderato sul calvario del virtuale.

In questo strano mondo in cui i sogni sono divenuti realtà e in cui il sogno è poter sfuggire da essa.... una lacrima calda, salata, scorre sul viso di una madre rimasta bambina!

Dell'Album

spazio-tempo

  • 9 immagini